Cina, strage nella fabbrica del distretto tecnologico a fuoco: 36 morti

Pubblicità
Pubblicità

PECHINO – Trentotto persone sono morte e due sono rimaste ferite a causa di un incendio in una fabbrica nella città di Anyang, nella provincia cinese dello Henan. L’incendio è avvenuto ieri pomeriggio, ma i media statali ne hanno dato notizia solamente questa mattina. “I sospetti – scrive il Global Times, tabloid del Partito comunista – sono stati presi in custodia dalle forze dell’ordine”. 

La prima segnalazione è arrivata ieri alle 16.22 – spiega la Cctv, la televisione di Stato – per un incendio alla Kaixinda Trading, azienda nel distretto tecnologico di Wenfeng, ad Anyang. L’incendio è stato spento attorno alle 23. Non sono ancora chiare le cause, la polizia sta indagando. Gli incendi non sono rari in Cina, in parte a causa dei protocolli di sicurezza spesso mal applicati. 

Sempre ieri un incendio in un’altra fabbrica, a Taiyuan, nello Shanxi, fortunatamente senza vittime. A settembre era bruciato il mega grattacielo di Changhsa, torre alta 218 metri sede della China Telecom. A giugno, una persona era rimasta uccisa e un’altra ferita in un’esplosione in un impianto chimico di Shanghai. A giugno dell’anno scorso, invece, la strage di bambini nel cuore della notte nella scuola di arti marziali Zhenxing, nella provincia dello Henan, nella Cina centrale: diciotto i morti, quasi tutti tra i 7 e i 16 anni che vivevano e studiavano all’interno della scuola.

Nel marzo 2019, un’esplosione in una fabbrica chimica a Yancheng uccise 78 persone. Quattro anni prima, una gigantesca esplosione nel nord di Tianjin in un impianto chimico uccise 165 persone: uno dei peggiori incidenti industriali della Cina. Uno degli incendi più orribili della storia del Paese fu però il giorno di Natale del 2000, 309 persone morirono dentro una discoteca nella città di Luoyang. L’anno successivo, a Nanchang, 13 bimbi morirono per asfissia dopo che il collegio dove si trovavano andò a fuoco. Nel 2010 un incendio in un grattacielo di 27 piani a Shanghai fece 58 vittime. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source