Cite, stop a nuove auto a motore termico entro 2035. Elkann, “In 10 anni il 70% delle vetture in Ue saranno ibride plug-in o elettriche”

Pubblicità
Pubblicità

 “Il phase out delle automobili nuove con motore a combustione interna dovrà avvenire entro il 2035, mentre per i furgoni e i veicoli da trasporto commerciale leggeri entro il 2040”. Lo rende noto il Ministero della Transizione ecologica in un comunicato, al termine della quarta riunione dei Cite, il Comitato interministeriale per la Transizione ecologica.

Stellantis.  “Nei prossimi cinque anni a sostegno della strategia di elettrificazione dei suoi modelli, il Gruppo spenderà 30 miliardi di euro. Se guardiamo all’Europa, nel giro di 10 anni, il 70% delle auto Stellantis vendute in Europa sarà ibrida plug-in o elettrica pura”. Così John Elkann, presidente Stellantis. “Già oggi il numero di modelli a basso impatto ambientale che offriamo ai nostri clienti è cresciuto a 29 e la Nuova Fiat 500 full electric, bella almeno quanto sofisticata dal punto di vista tecnologico, è la best seller elettrica in nove mercati nazionali”, continua Elkann che nel suo intervento affronta anche il ruolo dell’Italia in questo processo di innovazione. “In questa rivoluzione elettrica, l’Italia sta giocando un ruolo di primo piano, a tutti i livelli: produzione dei nuovi modelli, assemblaggio delle batterie, ricerca applicata e sperimentazione delle infrastrutture di ricarica e di trasmissione di energia. È una fase entusiasmante, ricca di progetti e di nuove idee, che ci ricollega alla fase pioneristica dei nostri padri fondatori”, continua il presidente di Stellantis, secondo cui il settore della mobilità in questo momento è particolarmente attraente per i migliori talenti a causa della sua evoluzione tecnologica.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source