“Come bestemmiare”. Toninelli contro la leghista, finisce in disgrazia: ridicolizzato davanti a tutti | Guarda

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

15 agosto 2020

Per Danilo Toninelli un più bel tacer non fu mai scritto (sui sociali). L’ex ministro delle Infrastrutture grillino, da tempo con il dente avvelenato con Matteo Salvini e la Lega, ha commentato sarcastico la notizia della deputata leghista Elena Murelli, nell’elenco dei parlamentari furbetti che hanno richiesto il bonus Inps per le Partite Iva: “Aveva screditato il governo definendo i 600 euro ‘un’elemosina’, ma poi se li è comunque presi – commenta Toninelli -. Un gesto di ipocrisia e avidità inaccettabile. Per i milioni di italiani che ne hanno avuto davvero bisogno invece quei 600 euro hanno fatto la differenza”.

Parole che non sono andate giù però anche a molti follower, anche simpatizzanti del M5s. Ecco qualcuno dei commenti, quasi tutti critici: “Dire che seicento euro dare a babbo morto facciano la differenza è come bestemmiare. Comunque non mi pare il caso portare avanti una discussione tanto demenziale, per dire cosa? Qual’è il fine? Non le sembra di essere su un piano ancora più basso di quello che critica?”. “Non faccia troppo lo sparasentenze: chieda prima al suo collega 5stelle perché abbia incassato il bonus… Chi non ha peccato scagli la prima pietra…”. “Se facevate la legge mettendo un tetto massimo e regole precise per far sì che ne usufruissero solo chi in reale difficoltà era meglio no?!! Questo significa fare le leggi col c***!!!”. “Nulla in confronto ai vostri imbrogli, l’adescamento elettorale con posizioni antisistema tutte tradite. Lasciatevelo dire da un pirla che vi ha votato e fatto votare: siete ipocriti, urticanti, dannosi, pericolosi, falsi, bugiardi, imbroglioni, venduti, traditori, meschini…”.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi