Comunali Sardegna Nuoro Quartu e Porto Torres verso il ballottaggio

Comunali Sardegna: Nuoro, Quartu e Porto Torres verso il ballottaggio

La Republica News
Pubblicità

Si profila il ballottaggio in tutti e tre i principali Comuni della Sardegna -Nuoro, Porto Torres e Quartu- chiamati al rinnovo della giunta in questa tornata elettorale. Lo spoglio delle schede prosegue a rilento, ma, dai primi risultati, e a meno di colpi di scena, nessuno tra i candidati sindaci dovrebbe riuscire a vincere al primo turno.A Nuoro è testa a testa tra il sindaco uscente Andrea Soddu, sostenuto da quattro liste civiche, e il candidato del centrodestra, Pietro Sanna. Staccati il dem Carlo Prevosto, candidato ‘ufficiale’ del centrosinistra, e Alessandro Murgia del M5s. Anche a Quartu si profila un ballottaggio tra Christian Stevelli, candidato del centrodestra e al momento in vantaggio, e l’ex sindaco Graziano Milia, sostenuto da liste civiche.Coronavirus
La Sardegna al voto con lo spettro del Covid e il rischio astensione
di Monia Melis 24 Ottobre 2020

Indietro Francesco Piludu, appoggiato da Pd e centrosinistra, e Guido Sbandi del M5s. Meno definita la situazione di Porto Torres, dove Alessandro Pantaleo, candidato del centrodestra, sembra l’unico sicuro di andare al secondo turno. Se la vedrà con uno tra Massimo Mulas, designato dal centrosinistra, e Franco Satta, alla guida di una coalizione civica e autonomista.Fuori dai giochi il M5s, con il suo candidato Sebastiano Sassu. Se i risultati delle prime sezioni scrutinate dovessero essere confermati a spoglio concluso, sarebbe una clamorosa bocciatura per il Movimento, che cinque anni fa, con il sindaco uscente Sean Wheeler, aveva stravinto nella città sassarese.I seggi si sono chiusi alle 15 in Sardegna, dove si è votato per il rinnovo di 156 amministrazioni comunali. L’affluenza regionale è intorno al 60%: Nuoro è l’unico capoluogo interessato dalla consultazione. Insieme al centro barbaricino altri 3 Comuni sono oltre i 15 mila abitanti: nel cagliaritano, a Quartu S. Elena ha votato il 49,7% degli elettori, a Sestu il 41,6%, mentre nell’unico centro del sassarese, Porto Torres, si è recato alle urne il 57,6% degli aventi diritto.Si profila una vittoria al primo turno della sindaca uscente Paola Secci alle elezioni comunali di Sestu, contrassegnate da un boom dì astensioni. Sono tre su 48 i Comuni della Sardegna dove è stata presentata un’unica lista che non hanno raggiunto il quorum del 50% più degli elettori, rendendo nulle le elezioni: Aritzo (Nuoro), Tadasunis (Oristano) e Villanova Tulo (sud Sardegna).In quest’ultimo centro l’affluenza si è fermata al 28,7%, il dato più basso di questa tornata amministrativa. Ad Aritzo e Tadasunis, invece, il sindaco non è stato eletto per pochissimo: in entrambi i Comuni ha votato poco più del 49% degli aventi diritto. In questi tre paesi verrà ora nominato il commissario straordinario, così come già successo per altri quattro dove un mese fa non era stata presentata nessuna lista: Talana, Belvì, Sorgono e Seneghe.In 20 si conosce già il nome dei nuovi sindaci, centri in cui il candidato era unico e già ieri è stato superato il quorum necessario a rendere valida la consultazione elettorale.


Go to Source