Cop26 , Greta: “Sciopero venerdì e marcia sabato”. La Cina risponde a Biden: “Non siamo noi ad aver abbandonato gli accordi di Parigi”

Pubblicità
Pubblicità

Terza giornata di Cop26 a Glasgow. I leader mondiali sono tornati a casa con due accordi in tasca: La riduzione delle emissioni di metano entro il 2030 e un impegno sulla deforestazione, firmato anche da Bolsonaro. Da segnalare  – finalmente – l’impegno del capiale privato per le energie rinnovabili.
Ma per i giovani e gli attivisti non è abbastanza. Qui un riassunto della giornata di ieri.

9.29 – Greta: sciopero venerdì e sabato

In un tweet Greta Thunberg ha lanciato lo sciopero per il clima di venerdì e una marcia per il clima sabato, a Glasgow.

“Il tempo stringe e il cambiamento non verrà da conferenze come la Cop26, a meno che non ci sia una forte pressione dall’esterno” ha twittato l’attivista svedese. “Insieme siamo forti”.

8.20 – La risposta della Cina a Biden

I cinesi stanno cominciando a rispondere alle parole del presidente americano Joe Biden sull’assenza del leader Xi Jinping. “Non siamo noi quelli che si sono ritirati dagli accordi di Parigi”, twitta Zhang Jun, l’ambasciatore cinese alle Nazioni Unite.

“Servono azioni concrete e non slogan vuoti”. Intanto Xie Zhenhua, l’inviato per il clima a Glasgow, si dice abbastanza ottimista su un accordo “dopo anni buttati”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source