144736159 43843a43 1335 47f4 abc7 57ecf5ad1521

Copasir, FdI diserta la riunione. Volpi non cede la presidenza: “Tutti rimettano il mandato”. Meloni: “Sentirò Salvini”. Meloni: “Sentirò Salvini”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

144736159 43843a43 1335 47f4 abc7 57ecf5ad1521

Tutto come da programmi. Dopo tre mesi si è tornato oggi a riunire il Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza) e, come annunciato ieri, il senatore di Fratelli d’Italia e vicepresidente della commissione, Adolfo Urso, non si è presentato. Una protesta, da parte dell’esponente del partito di Giorgia Meloni, motivata dalle perplessità di FdI sull’attribuzione della presidenza della commissione. “Sentirò Salvini”, annuncia intanto la leader di Fratelli d’Italia a margine di un convegno sulle Tlc.

Braccio di ferro sul Copasir: il comitato per la sicurezza torna a riunirsi dopo tre mesi. FdI lascia capigruppo in Senato in segno di protesta

Meloni rinvendica infatti la poltrona, che secondo la prassi dovrebbe spettare ad un esponente dell’opposizione. Con l’avvento di Mario Draghi, quindi, a guidare la commissione non può più essere, sostengono da Fratelli d’Italia, il leghista Raffaele Volpi. Proprio ieri i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati, hanno inviato una lettera ai partiti invitandoli a trovare un accordo. Ma il compromesso sembra ancora lontano e difficile da trovare. “Io non lascio, vado avanti”, ha chiarito Volpi oggi in un colloquio con Repubblica.

Il colloquio

Copasir, Volpi: “Non lo lascio, sono come D’Alema”

All’inizio della riunione di oggi Volpi ha di fatto confermato la sua volontà di non dimettersi e ha chiesto a tutti i componenti del Copasir di rimettere il loro mandato, permettendo così “la ricomposizione dello stesso con cinque esponenti dell’opposizione, permettendo quindi tra essi la libera scelta del presidente”.



Go to Source