170658585 23d00655 dd36 4cdb 895d 6336fadf374e

Copasir, Fico e Casellati alla Lega: “Sostituire i componenti che si sono dimessi”. La replica del partito: “Ricostruiamo da zero il comitato”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

170658585 23d00655 dd36 4cdb 895d 6336fadf374e

Il presidente della Camera Roberto Fico, d’intesa con la presidente del Senato Elisabetta Casellati, hanno scritto rispettivamente ai capigruppo della Lega a Montecitorio Riccardo Molinari e a palazzo Madama Massimiliano Romeo, sollecitando la sostituzione dei due componenti leghisti che si sono dimessi dal Copasir. A riferire la comunicazione è stato il presidente della Camera durante la capigruppo che si svolta a Montecitorio. La replica da parte del partito di Matteo Salvini è arrivata subito: “Ci siamo impegnati a garantire il funzionamento del Copasir, ma a differenza di altri le dimissioni non le diamo per scherzo. Contiamo sulle dimissioni di tutti i membri del Comitato, così da ricostruirlo e affidarne la presidenza all’opposizione. L’attuale organismo non risponde ai criteri di legge”, hanno risposto i capigruppo di Senato e Camera della Lega, Romeo e Molinari.

Centrodestra, oggi il vertice dei leader. Ma su amministrative e Copasir la trattativa è in salita. Meloni: “Non capisco polemiche su Urso, noi tifosi solo dell’Italia”

La questione legata al Comitato parlamentare per la sicurezza va avanti da mesi, da quando FdI ha deciso di non sostenere il nuovo governo Draghi. Ora la legge vuole che sia un rappresentante dell’opposizione a presiedere il Copasir, rimasto senza presidente dopo le dimissioni del leghista, Raffaele Volpi, in carica dal 9 ottobre 2019, inizio del governo giallorosso. Incarico quindi che spettrebbe a un componente di Fratelli d’Italia, unico partito all’opposizione. Da qui, le tensioni con la Lega che invoca l’applicazione integrale della legge 124 del 2007 che prevede “l’assegnazione all’opposizione di 5 componenti su 10 tra cui poter scegliere l’eventuale presidente”. Con Salvini che continua a ripetere: “Gli unici che si sono dimessi nei fatti e non a parole sono i due componenti della Lega” (Volpi e il collega di partito Paolo Arrigoni). E quindi “se si dimettono tutti, vengono nominati i nuovi membri e si riparte a lavorare”.

Cresce la fronda contro Urso al Copasir: “Ha rapporti con l’Iran”

Le tensioni tra Lega e Fratelli d’Italia sono soprattutto sulla scelta del nuovo presidente del Copasir. Giorgia Meloni ha proposto Adolfo Urso, unico rappresentante dell’opposizione, su cui però il partito di Salvini continua a fare muro per i suoi presunti rapporti con l’Iran, per via della società di consulenza per le imprese italiane a Teheran di cui ha ancora qualche quota. Lunedì Meloni prima del vertice del centrodestra che ha portato a un nulla di fatto aveva commentato Giorgia Meloni: “Non comprendo le polemiche e non mi abbasso a questo livello. Il presidente Volpi lo è diventato grazie al voto determinante di Adolfo Urso. A me può dispiacere che alcuni esponenti di nostri alleati abbiano parole così dure verso di noi che non hanno neanche verso Pd-M5S ma non alimento la polemica e non voglio arrivare a questo livello. Se ci interessassero le poltrone staremmo al governo, noi non siamo le cheerleader di nessuno, facciamo solo gli interessi dell’Italia”.



Go to Source