Coronavirus, il bollettino dell’11 luglio: 188 nuovi positivi e 7 decessi

La Republica News

Dopo tre giorni di aumento, piega al ribasso la curva epidemica in Italia. Oggi 188 nuovi casi, contro i 276 di ieri. A pesare, come sempre, il dato lombardo che oggi segna +67 contro +135 di ieri, ma con 4mila tamponi in meno. Spicca anche l’Emilia Romagna con 47 nuovi positivi, seguita dal Lazio con 19 e dal Veneto con 10. Tutte le altre regioni registrano meno di 10 casi. Il numero totale di italiani colpiti da Covid-19 sale a 242.827. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.In calo anche il numero dei decessi, 7 oggi (ieri 12), per un totale di 34.945. Si registrano vittime nelle 24 ore in sole 4 regioni: Lombardia (4), Piemonte (1), Toscana (1) e Liguria (1).I guariti giornalieri sono 306 (ieri 295), che portano il totale a 194.579. Per effetto di questi dati calano gli attualmente positivi, 125 in meno oggi, per un totale che scende a 13.303.Ancora giù i ricoveri ordinari (18 in meno, 826 in tutto), mentre salgono di 2 le terapie intensive occupate (67 in tutto).Sono 14 su 20 le regioni che hanno le terapie intensive Covid-free. In isolamento domiciliare sono 12.410 pazienti. Infine, 45.931 tamponi oggi, contro i 47.953 di ieri.Tutti i grafici e le mappe sull’epidemiaPiemonteUn decesso di una persona positiva al test del Covid-19 è stato comunicato nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale complessivo è ora di 4111 deceduti dall’inizio della pandemia. Sono, invece,  31.494 (+9 rispetto a ieri, di cui 8 asintomatiche; delle 9: 2 Rsa, 3 screening, 3 contatti di caso e 1 con indagine in corso) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte. I pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 25.448 (+69 rispetto a ieri). Altri 866 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo. I ricoverati in terapia intensiva sono 9 (come ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 190 (-3 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 870. I tamponi diagnostici finora processati sono 447.166, di cui 245.401 risultati negativi.LombardiaIn Lombardia oggi sono stati registrati 67 positivi al coronavirus, di cui 21 a seguito di test sierologici e 25 ‘debolmente positivi’. Quattro sono le persone decedute. Dall’inizio dell’epidemia i morti sono 16.740. Sono stati effettuati 7.055 tamponi (totale complessivo: 1.133.387), mentre i guariti/dimessi sono 192 (70.020 in totale, di cui 67.846 guariti e 2.174 dimessi). “I dati di oggi – ha commentato l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera – si caratterizzano per un sensibile aumento delle persone guarite (+192 rispetto a ieri) e per il  continuo calo dei ricoveri nei reparti dei nostri ospedali che attualmente ospitano 173 pazienti, 17 in meno di ieri. L’aumento di due unità registrato nelle terapie intensive (29 rispetto ai 27 posti letto covid occupati ieri) è determinato dall’aggravamento del quadro clinico di due pazienti, che risultano positivi al Coronavirus ma che sono ricoverati per patologie diverse. I nuovi casi positivi sono 67, di cui 21 a seguito di positività ai test sierologici e 25 ‘debolmente positivi'”. Ieri, a fronte di 11.505 tamponi, si erano registrati 135 positivi e 6 decessi.VenetoSono 10 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, in maggioranza di cittadini stranieri, e aumentano notevolmente le persone poste in isolamento fiduciario, 74 in più rispetto a ieri. Il dato emerge dal bollettino regionale. Il totale dei contagi dall’inizio della pandemia arriva a 19.379 e le persone poste in isolamento sono 1.298; aumentano leggermente (+4) i soggetti attualmente positivi, che sono 398. Nessun decesso nelle 24 ore, per cui i morti sono 2.039 di cui 1.435 in ospedale. I negativizzati sono 16.942 (+6).Nei reparti ospedalieri ordinari sono ricoverati 142 pazienti (+3), di cui 20 (+6) positivi al Covid-19; invariate le terapie intensive, con 9 ricoverati di cui 3 positivi.Emilia RomagnaAltri 47 casi di positività al coronavirus in Emilia-Romagna. Lo riferisce l’assessore alle Politiche per la salute dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini, nel corso di una intervista a SkyTg24. “Da qualche giorno in Emilia-Romagna – spiega Donini – assistiamo ad una cinquantina di casi positivi, oggi sono 47, un pochino meno di ieri, ma complessivamente siamo sullo stesso trend. La maggior parte sono persone asintomatiche, la metà delle quali su Bologna, soprattutto nei due cluster che abbiamo individuato e circoscritto della Tnt e di Bartolini”.I contagi in ItaliaToscanaIn Toscana sono 10.321 i casi di positività al Coronavirus, 5 in più rispetto a ieri: 4 nel territorio della Asl centro, uno in quello della Asl sud est. I nuovi casi sono lo 0,05% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,05% e raggiungono quota 8.869 (l’85,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 368.488, 2.470 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 330, stabili rispetto a ieri. Si registra un nuovo decesso, un uomo di 71 anni morto a Pisa. Da inizio pandemia nella regione sono stati registrati 1.122 decessi.Complessivamente, 320 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, altre 779 (meno 83 rispetto a ieri, meno 9,6%), anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Le persone ricoverate sono complessivamente 10, 1 in meno rispetto a ieri (meno 9,1%), di cui 3 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri). È il punto più basso raggiunto dal 2 marzo 2020 per i ricoveri totali. Tra le persone complessivamente guarite 166 lo sono “clinicamente”, 8.703 a tutti gli effetti.Lazio”Oggi registriamo un dato di 19 casi. Dei nuovi casi 2/3 sono quelli di importazione (12). Di questi casi di importazione 8 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Due altri casi provenienti da India, uno dall’Ungheria e uno dall’Egitto. La situazione è sotto controllo ma non bisogna abbassare la guardia”. Così l’assessore alla Sanità della regione Lazio, Alessio D’Amato, in una nota.”La diffusione è moderata frutto perlopiù di casi di importazione- spiega D’Amato- la comunità del Bangladesh sta collaborando attivamente e prosegue senza sosta l’attività ai drive-in per il contact tracing. Abbiamo aperto anche i drive-in del San Giovanni e piazzale Tosti. Nella asl Roma 1 un caso positivo nelle ultime 24h: si tratta di una donna asintomatica individuata al tampone domiciliare e contatto di un caso già noto. Nella asl Roma 2 dei 7 nuovi casi sono 6 quelli riferiti all’esito dei tamponi sulla comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati. Nella asl Roma 3 sono quattro i nuovi casi giornalieri e di questi due riguardano persone di nazionalità bengalese con un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Un caso riguarda una donna di 45 anni di nazionalità egiziana con link familiare di un caso già noto”.”Nella asl Roma 6 – aggiunge ancora D’Amato – un caso nelle ultime 24h: si tratta di una donna di rientro da Budapest (Ungheria), sono state avviate le procedure del contact tracing internazionale. Infine per quanto riguarda le province registriamo sei casi nelle ultime 24h nella asl di Latina: si tratta di due uomini di nazionalità indiana e di rientro dall’India senza collegamenti tra loro e per i quali sono state attivate le procedure del contact tracing internazionale. Gli altri quattro casi riguardano un unico nucleo familiare di Formia posto in isolamento. Rieti si conferma per il quarto giorno consecutivo covid free, mentre a Frosinone rimane un solo caso in isolamento. Si registrano zero decessi nelle ultime 24h”. Nel bollettino non vengono conteggiate due persone straniere provenienti dalla Moldavia risultate positive al test effettuato all’ingresso nella regione lucana: entrambe sono ricoverate nel reparto malattie infettive dell’ospedale San Carlo di Potenza. Integrando i dati dei lucani e dei non residenti, sono tre le persone ricoverate per Covid e i casi attuali sono 5. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 42.254 tamponi, di cui 41.830 risultati negativi. Immutate le percentuali: sul totale dei test i positivi sono l’1 per cento mentre il tasso di letalità è stabile al 6,7%, più basso sia rispetto alla media del Sud Italia (9,8%) sia a quella nazionale (14,4%).

PugliaUn solo caso positivo al Covid-19 registrato in provincia di Bari, su 1717 test effettuati, e nessun decesso. E’ l’aggiornamento del bollettino epidemiologico quotidiano sul coronavirus reso noto dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro.Ieri i nuovi casi erano stati quattro (tre di persone di ritorno da un paese extra Ue) su 2018 tamponi. E’ da alcuni giorni che non si verificano decessi il cui numero complessivo rimane fermo a 546. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 199.805 test.Sono 3924 i pazienti guariti (+2 rispetto a ieri) e 71 i casi attualmente positivi (-1) dei quali 12 ricoverati (-1) e nessuno in terapia intensiva. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 4.541 così divisi: 1.494 nella provincia di Bari; 382 nella provincia di Bat; 660 nella provincia di Brindisi; 1.169 nella provincia di Foggia; 525 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Calabria”In Calabria ad oggi sono stati effettuati 102.441 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.188 (+2 rispetto a ieri), quelle negative sono 101.253″. Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria. “Territorialmente – prosegue- i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 1 in reparto; 183 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 1 in isolamento domiciliare; 434 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 3 in reparto; 19 in isolamento domiciliare; 256 guariti; 19 deceduti. Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 3 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 5 deceduti”. Il totale dei casi di Catanzaro, si legge ancora, “comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso. Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 10.923”. Nel conteggio, conclude il bollettino. “sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale”.

 


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi