Coronavirus in Germania Merkel Lockdown duro ancora per due mesi

Coronavirus in Germania, Merkel: “Lockdown duro ancora per due mesi”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

120358794 598e4120 c226 4893 a280 094c38d3a7d4

BERLINO – Angela Merkel è preoccupata per la variante B117 del coronavirus: “Se non ce la facciamo a contenere la variante britannica, a Pasqua avremo un’incidenza decuplicata”, avrebbe detto in una riunione a porte chiuse, secondo quanto riferito da Bild. Perciò la cancelliera è convinta che serviranno “altre 8-10 settimane di restrizioni dure”. 

La Germania ha appena deciso un prolungamento del lockdown fino al 31 gennaio. E alcuni land come Berlino sono già costretti, a causa dell’alta incidenza dei contagi, a introdurre per la prima volta dall’inizio della pandemia una stretta alla mobilità individuale, un raggio-limite di 15 chilometri entro il quale è consentito muoversi. 

Citato dal tabloid, il virologo di Francoforte Martin Stürmer chiede che anche la Germania “analizzi più spesso le sequenze genetiche, trovi mutazioni”. Ma il ministro della Salute, Jens Spahn (Cdu) starebbe già preparando un’ordinanza per obbligare i laboratori ad analizzare i dati genetici di un tampone su dieci per trovare eventuali varianti del Covid-19 (finora accade soltanto su un test ogni 900).

Coronavirus in Germania, la Sassonia sull’orlo del collasso. Il governatore Kretschmer: “Il peggio deve ancora arrivare”

Intanto l’Istituto Koch ha aggiornato anche oggi le infezioni, che rallentano a 12.802 casi registrati nelle ultime 24 ore. Resta alto invece il numero di morti rilevati nello stesso lasso di tempo: 891. La scorsa settimana la Germania aveva raggiunto il record di decessi in 24 ore: 1.188. Picchi dovuti al fatto che il virus ha raggiunto molte Rsa e si è diffuso più uniformemente nella popolazione. La Germania è un Paese dall’età media altissima – 46 anni – e la distribuzione più uniforme della malattia sta facendo più vittime perché ha raggiunto la popolazione più anziana.



Go to Source