113208186 b3eb2366 3b0b 4623 af2f a51ff7449aaa

Coronavirus Italia, il bollettino di ogg 31 maggio: 1820 nuovi casi e 82 decessi

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

113208186 b3eb2366 3b0b 4623 af2f a51ff7449aaa

Sono 1.820 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in diminuzione rispetto ai 2.949 di ieri: cala però  anche il numero dei tamponi effettuati (86.977 a fronte di 164.495) per cui il tasso di positività risale al 2,09% (ieri 1,79%). E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute, secondo cui i morti delle ultime 24 ore sono 82 (ieri 44) per un totale di 126.128 dall’inizio della pandemia.
 

Si conferma il calo della pressione sulle strutture ospedaliere: i ricoverati con sintomi sono 109 in meno (totale 6.482), i pazienti in terapia intensiva 28 in meno (ad oggi 1.033, con 38 ingressi del giorno).

VALLE D’AOSTA

Nessun decesso e 10 nuovi contagi da Covid -19 in Valle d’Aosta che portano il totale complessivo delle persone colpite da virus da inizio emergenza a 11.593. I dati sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione secondo cui i positivi attuali sono 236, + 8 rispetto a ieri , di cui sei ricoverati in ospedale, uno in terapia intensiva m, e 229 in isolamento domiciliare. I guariti salgono di due unità rispetto a ieri e raggiungono i 10.885. I tamponi fino ad oggi effettuati sono 129.569 + 103 rispetto a ieri di cui 32.748 effettuati con test antigienico rapido. I decessi di persone risultate positive al Covid in Valle d’Aosta da inizio emergenza sono ad oggi 472.

TRENTINO

Un nuovo decesso per Covid in Trentino dopo undici giorni caratterizzati dall’assenza di lutti. Sono stati analizzati 206 tamponi molecolari, che hanno individuato 6 nuovi casi positivi e confermato 2 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi invece sono stati 159 ed hanno permesso di individuare 4 soggetti positivi. Scendono a 31 i pazienti ricoverati in ospedale, di cui 13 in rianimazione. Anche ieri c’è stato infatti un solo ricovero contro 2 dimissioni intervenute. Sono infine 295.438 le somministrazioni di vaccini (di cui 77.446 seconde dosi); 63.547 dosi ad ultra ottantenni, 61.066 nella fascia 70-79 anni e 58.605 tra i 60-69 anni

ALTO ADIGE

L’Alto Adige da una settimana non registra decessi di pazienti covid. I nuovi casi sono appena 12, ma il numero di test effettuati è molto basso, ovvero: 237 tamponi pcr (10 positivi) e 881 test antigenici (2 positivi). Lo riferisce un comunicato dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige. Non ci sono più pazienti covid in cliniche private. Sale perciò da 16 a 17 il numero dei ricoveri nei normali reparti ospedalieri, mentre resta stabile a 4 il numero dei pazienti in terapia intensiva. Sono 1.399 gli altoatesini in quarantena e 24 i guariti, che complessivamente ormai sono 72.567.

Made with Flourish

PIEMONTE

In Piemonte sono 126 i casi positivi riportati oggi dal bollettino dell’Unità di crisi della Regione, il tasso calcolato sui 12.446 tamponi processati è dell’1%, con una quota di asintomatici del 57,9%. I ricoverati in terapia intensiva sono 81 (+1 rispetto a ieri), negli altri reparti 594 (- 31). I morti 7 (di cui 2 registrati oggi), i guariti -333. Le persone in isolamento domiciliare sono 4.490, gli attualmente positivi 5.165. (

VENETO

LOMBARDIA

Made with Flourish

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 1.477 test sono state riscontrate 8 positività al Covid 19, pari allo 0,54%. Nel dettaglio su 977 tamponi molecolari sono stati rilevati 4 nuovi contagi, per una percentuale di positività dello 0,41%, su 500 test rapidi antigenici 4 casi (0,80%). Oggi non si registrano decessi. I ricoveri nelle terapie intensive restano 5, mentre quelli in altri reparti sono 38 (+2). Lo comunica in una nota il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.787, con la seguente suddivisione territoriale: 815 a Trieste, 2.007 a Udine, 673 a Pordenone e 292 a Gorizia. I totalmente guariti sono 92.635, i guariti clinici 5.672 e le persone in isolamento scendono a 4.869 (-6). Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.006 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.203 a Trieste, 50.635 a Udine, 20.944 a Pordenone, 13.025 a Gorizia e 1.199 da fuori regione

LIGURIA

EMILIA-ROMAGNA

Meno di duecento nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna e tre vittime con Covid-19 in regione, mentre negli ospedali c’è un lieve rimbalzo di ricoveri con dieci pazienti in più rispetto a ieri. È quanto emerge dal bollettino quotidiano della Regione. I contagi sono 188 rilevati su 8.506 tamponi delle ultime 24 ore (un numero minore della media come sempre accade nel weekend). Età media 36 anni. Tre sono le vittime registrate oggi, due uomini di 81 e 93 anni nel Bolognese e un 67enne nel Riminese. Il totale dei morti da inizio pandemia è di 13.186. In terapia intensiva ci sono ad oggi cento pazienti, uno in più rispetto a ieri, e nei reparti Covid 530 persone (nove in più).
Nelle province, Modena in testa con 38 nuovi casi nelle ultime 24 ore, seguita da Parma (32). Poi Bologna (24), Rimini (22), Forlì (20).
I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 15.273 (-487 rispetto a ieri), di cui il 95,8% in isolamento domiciliare.
Vaccinazioni: alle 15 risultano somministrate complessivamente 2.655.315. Sul 978.330 sono i cittadini che hanno completato il ciclo di immunizzazione.

Green pass europeo, la proposta della Commissione: “Valido dopo 14 giorni dall’ultima dose di vaccino. Per i guariti dura 180 giorni”

TOSCANA

E’ di 147 nuovi casi (età media 40 anni) e di altri 13 decessi (età media scesa a 77,3 anni rispetto ai giorni scorsi) per il Covid l’aggiornamento delle 24 ore in Toscana secondo il consueto report della Regione. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al giorno precedente e portano a 241.422 i positivi totali dall’inizio della pandemia. I guariti giornalieri (419, tutti a tampone di controllo negativo) crescono in percentuale di più dei nuovi positivi, del +0,2%, e raggiungono un totale di 226.601 unità. Le vittime totali sono salite a 6.719 di cui 91 non residenti nella regione (una persona in più).
Gli attualmente positivi sono oggi 8.102, numero ancora in discesa (-3,4% su ieri), tendenza che dura da giorni. Tra loro i ricoverati sono 540 (+8 persone su ieri, rialzo dopo giorni di diminuzione) di cui 110 in terapia intensiva (dato invariato nelle 24 ore). Gli altri 7.562 positivi sono in isolamento a casa con sintomi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (-293 su pari al -3,7%). Inoltre ci sono 21.088 persone (anche qui dato ancora in calo, -349 su ieri, -1,6%) isolate in sorveglianza attiva Asl perché hanno avuto contatti con persone contagiate e quindi devono osservare un periodo di quarantena domiciliare.

UMBRIA

Nessuna vittima per Covid si segnala oggi in Umbria, dove sono in lieve rialzo i ricoveri (70, due in più rispetto a ieri) ma restano stabili a sei i posti occupati nelle terapie intensive. Secondo i dati della Regione aggiornati al 31 maggio, nelle ultime 24 ore sono emersi soltanto sei nuovi contagi, su 794 test antigenici e tamponi molecolari analizzati, con un tasso di positività pari a 0,7 per cento. I guariti nell’ultimo giorno sono 41 e gli attualmente positivi scendono ancora, a 1.523 (35 meno di ieri).

Made with Flourish

LAZIO

“Oggi su quasi 7mila tamponi nel Lazio (-2461) e oltre 3mila antigenici per un totale di oltre 10mila test, si registrano 251 nuovi casi positivi (-27), i decessi sono 4 (-2), i ricoverati sono 929 (+16). I guariti 1292, le terapie intensive sono 146 (-6)”. Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. “Il rapporto tra positivi e tamponi e’ al 3,6%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,5%.
I casi a Roma citta’ sono a quota 169 – aggiunge – .I dati di oggi si confermano tra i più bassi negli ultimi 7 mesi” sottolinea l’assessore. “Nelle province di Latina, Frosinone e Viterbo si registrano zero decessi e nella provincia di Rieti zero nuovi casi”, conclude.

MARCHE

Nelle ultime 24 ore si è registrato un lieve calo dei ricoveri nelle Marche a causa del Covid-19. Il servizio Sanità della Regione comunica che i contagi sono saliti a 102.682 (+50) di cui 95.833 dimessi/guariti (+150), 3.697 in isolamento domiciliare (-239) e, appunto, 137 ricoverati (-4). I pazienti in terapia intensiva passano da 28 a 27: 12 a Pesaro Marche Nord, due ad Ancona Torrette, due a Jesi, tre all’ospedale Covid di Civitanova Marche, tre a Fermo e cinque a San Benedetto del Tronto (-1). Restano 46 i ricoveri nelle aree semi intensive (19 a Marche Nord, 15 all’ospedale Covid di Civitanova Marche, quattro a Fermo, cinque a San Benedetto del Tronto e tre ad Ascoli Piceno), mentre scendono da 67 a 64 quelli nei reparti non intensivi (tre a Marche Nord, 17 al Torrette, tre all’Inrca di Ancona, 13 all’Inrca di Fermo, 11 a Fermo, sei ad Ascoli Piceno e 11 alla Casa di cura di Villa Serena). Gli ospiti delle strutture territoriali sono 88, mentre i pazienti nei Pronto soccorso, in attesa di ricovero, sono tre.
Dei 50 casi odierni cinque sono stati rilevati i provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 21.109, 20 ad Ancona (32.882), 15 a Pesaro Urbino (23.199), uno a Fermo (10.185), sei ad Ascoli Piceno (11.242) e tre fuori regione (4.065). Infine i casi/contatti in isolamento domiciliare scendono a 5.666 (-288): 3.898 asintomatici e 1.768 sintomatici. In quarantena anche 73 operatori sanitari.

ABRUZZO

Solo 15 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 1.150 tamponi molecolari: è risultato positivo l’1,3% dei campioni. Due i decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.482. I ricoveri, in rapida flessione su base settimanale, aumentano di tre unità rispetto a ieri e passano da 147 a 150, ma continuano a scendere le terapie intensive. I nuovi positivi hanno età compresa tra 8 e 71 anni. Quelli con meno di 19 anni sono due. I due decessi riguardano un 67enne della provincia di Chieti e di una 79enne della provincia dell’Aquila.
Gli attualmente positivi sono 5.493 (-66): 137 pazienti (+4) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 13 (-1, con un nuovo ingresso) in terapia intensiva, mentre gli altri 5.343 (-69) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 66.065 (+79).
Dei 74.040 casi complessivamente accertati in Abruzzo, 18.668 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+2)
19.273 in provincia di Chieti (+12), 18.070 in provincia di Pescara (invariato), 17.271 in provincia di Teramo (+1) e 579 fuori regione (invariato), mentre per 179 (invariato) sono in corso verifiche sulla provenienza.

MOLISE

Made with Flourish

CAMPANIA

Sale ancora l’indice di positività in Campania con un basso numero di test. Secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione, nelle ultime 24 ore sono 284 i casi positivi su 4.774 tamponi molecolari esaminati. Il tasso di incidenza è, dunque, pari al 5,94% rispetto al 3,92% precedente. Si registrano 15 decessi. I guariti sono 944,. Negli ospedali continuano sono stabili i posti occupati in terapia intensiva, 62, e continuano a calare i ricoveri in degenza: oggi sono 703.

BASILICATA

Sono 25 i positivi al Covid in Basilicata su 856 tamponi processati nella giornate del 29 e 30 maggio. È quanto emerge dal bollettino diffuso dalla task force della Regione. Nella stesse giornate è deceduta una persona e si registrano 96 guarigioni. Sono 58 le persone ricoverate negli ospedali lucani di Potenza e Matera, di cui uno solo in terapia intensiva nell’azienda ospedaliera regionale San Carlo del capoluogo di regione. Dei nuovi positivi, 23 sono a Matera, 6 a Rapolla e a Rionero, 5 a Melfi e a Salandra mentre i restanti sono sparsi in diversi comuni. Potenza città registra solo due contagi. Con questo aggiornamento attualmente i lucani positivi al Covid sono 3.676.

Made with Flourish

PUGLIA

Il 3,78% dei 3.755 test processati per accertare l’infezione da coronavirus in Puglia ha dato esito positivo. Si tratta di 142 nuovi positivi di cui la gran parte è stata registrata in provincia di Lecce in cui si contano 45 contagi in più in 24 ore. Seguono per numero di nuovi casi la provincia di Foggia con 35 positivi, Brindisi con 26, Bari con 22, Taranto con 7 e Bat con 5. Di un altro caso non è nota la provincia di residenza e un altro riguarda un residente fuori regione. Gli attualmente positivi sono 24.924 di cui 585 in ospedale. Le vittime covid sono state sei di cui due in ognuna delle aree di Lecce e Foggia e le restanti nelle province di Brindisi e Taranto. Il numero complessivo dei guariti sale a 218.993.

CALABRIA

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 797.522 soggetti per un totale di 867.513 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 66.932 (+57 rispetto a ieri), quelle negative 730.590. Questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute regionale.

Covid-19, l’annuncio dell’Ema: “Sì al vaccino Comirnaty (Pfizer) per fascia 12-15 anni”

SICILIA

I dati sull’andamento della pandemia in Sicilia della settimana appena conclusa continuano a mostrare segnali favorevoli, anche se rallenta la diminuzione dei nuovi positivi e tornano a crescere i deceduti. In particolare, si evince dal report dell’Ufficio Statistica del Comune di Palermo, che i nuovi positivi sono 2.659, il 6,3% in meno rispetto alla settimana precedente, quando si era registrata una diminuzione del 32,9%. E’ l’incremento settimanale piu’ basso dallo scorso mese di ottobre. Il numero degli attuali positivi è pari a 9.883, 3.045 in meno rispetto alla settimana precedente. Mentre le persone in isolamento domiciliare sono 9.334, 2.874 in meno rispetto alla settimana precedente.Sul fronte dei ricoverati, questi sono 549, di cui 65 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti di 171 unita’ (i ricoverati in terapia intensiva sono invece diminuiti di 37 unita’). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 11 nuovi ingressi in terapia intensiva (-59,3% rispetto ai 27 della settimana precedente). Il numero dei guariti (209.849) e’ cresciuto di 5.624 unita’ rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi e’ pari al 93% (era il 91,6% domenica scorsa), mentre il numero di persone decedute registrato nella settimana e’ pari a 80 (la settimana scorsa 76). Complessivamente le persone decedute sono 5.819, e il tasso di letalita’ (deceduti/totale positivi) e’ pari al 2,6% (come domenica scorsa). Infine, i ricoverati complessivamente rappresentano il 5,6% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,7%).

SARDEGNA

Solo 16 casi di Covid in Sardegna nel primo giorno di zona bianca. Nell’isola, pero’, si registrano anche tre morti nelle ultime 24 ore. Salgono a 56.659 i contagi complessivi dall’inizio dell’emergenza e i morti a 1.464. In totale sono stati eseguiti 1.305.138 tamponi, per un incremento complessivo di 2.900 test rispetto al dato precedente. Sono 139 (-2) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica e 13 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.575 e i guariti sono complessivamente 42.468 (+70).
Sul territorio, dei 56.659 casi positivi complessivamente accertati, 14.828 (+12) sono stati rilevati nella Citta’ Metropolitana di Cagliari, 8.637 (+2) nel Sud Sardegna, 5.155 (+1) a Oristano, 10.857 a Nuoro, 17.168 (+1) a Sassari.



Go to Source