Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 23 novembre: 10.047 casi e 83 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 10.047 casi di positività al Covid- 19 e 83 morti, anche se nel conto sono comprese 14 vittime, comunicate dalla Sicilia, che si riferiscono ai giorni scorsi.Sono 689.280 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 267.570. Il tasso di positività è all’1,4%, in calo rispetto al 2,3% di ieri. Sono invece 560 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 11 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 61. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.597, ovvero 90 in più rispetto a ieri.

Coronavirus, guida al bollettino: ecco perché sembra che sommiamo i nuovi malati ai guariti e ai morti

VALLE D’AOSTA

Sono 68 i nuovi positivi e 26 i guariti rilevati nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta. I casi testati nell’ultima giornata sono stati 229. Salgono a 443 gli attuali positivi, di cui 432 sono in isolamento domiciliare. In aumento anche i ricoveri all’ospedale Parini di Aosta: sono 11 (quattro in più di ieri), di cui 10 nel reparto di Malattie infettive e uno in terapia intensiva. I dati sono riportati nel bollettino di aggiornamento diffuso quotidianamente dalla Regione sulla base dei numeri diffusi dall’Usl della Valle d’Aosta.

TRENTINO

Sono 101 i nuovi contagi in Trentino, dove il trend delle nuove infezioni da Covid è ormai costante. C’è un lieve miglioramento della situazione ospedaliera: ieri 7 persone hanno lasciato i reparti a fronte di 3 nuovi ingressi, il totale dei pazienti ricoverati scende a 53, con 5 persone (1 in meno rispetto a ieri) ancora in rianimazione. Il bollettino Apss riporta 22 casi positivi al molecolare (su 643 test effettuati) e 79 all’antigenico (su 11.623 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 28 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Nelle classi di età più mature la situazione vede 18 nuovi contagi in fascia 60-69, 10 in quella 70-79 e 4 fra gli ultra ottantenni. Sono 16 classi in quarantena nelle scuole. Quanto ai vaccini, sono 824.047 quelli somministrati fino a questa mattina, di cui 374.209 seconde dosi e 31.888 terze dosi.

ALTO ADIGE

Made with Flourish

PIEMONTE

Oggi l’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 639 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 pari allo 1,1% di 60.000 tamponi eseguiti, di cui 50.517 antigenici. Dei 639 nuovi casi gli asintomatici sono 365 (57,1%). I casi sono cosi’ ripartiti: 324 screening 235 contatti di caso, 80 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi sale cosi’ a 398.173Tre decessi di persone positive al test del Covid-19, nessuno di oggi, sono stati comunicati dall’Unita’ di Crisi. Il totale resta quindi 11.870 deceduti, I ricoverati in terapia intensiva sono 29 (-1 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 327 (-10 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 7.583 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 9.499755 (+ 60.000 rispetto a ieri), di cui 2.470794 risultati negativi.

VENETO

Torna a risalire dopo il fine settimana il numero dei contagi in Veneto, con 1.632 nuovi casi, il doppio rispetto a quelli registrati ieri, con il totale a 503.303. Si registrano anche 8 vittime, con il totale a 11.918.
L’incidenza dei contagi sui 123.769 tamponi effettuati (19.463 molecolari e 104.306 rapidi) è dell’1,32%. Gli attuali positivi sono 22.652.
Prosegue anche l’aumento dei ricoveri ospedalieri, con 412 pazienti in area non critica (+23) e 77 (+6) in terapia intensiva.

Made with Flourish

LOMBARDIA

Sono 1.668 i nuovi positive al covid in Lombardia (l’1%) a fronte di 153.509 tamponi effettuati, 7 le persone decedute. Lo comunica la Regione nel consueto bollettino sull’andamento della pandemia. Due nuovi ingressi in terapia intensive e 50 i ricoverati non in terapia intensiva. la maggiore parte dei positivi si concentra nel Milanese dove si registrano 659 casi di cui 266 a Milano citta’. Questa la situazione nelle altre province: Bergamo 70; Brescia 187;
Como 99; Cremona 68; Lecco 35; Lodi 35; Mantova 84; Monza e Brianza 124; Pavia 70; Sondrio 8; Varese 172.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati complessivamente 414 nuovi contagi: 311 su 6.663 tamponi molecolari con una percentuale di positività del 4,67% e 103 casi su 21.488 test rapidi antigenici (0,48%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 5 persone a Trieste: nello specifico, si tratta di due uomini di 82 e 78 anni deceduti in ospedale, una donna di 82 anni deceduta al proprio domicilio, due donne di 79 anni decedute rispettivamente in ospedale e in una casa di riposo. Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 25, mentre i pazienti in altri reparti sono 229. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.943, con la seguente suddivisione territoriale: 894 a Trieste, 2.039 a Udine, 698 a Pordenone e 312 a Gorizia. I totalmente guariti sono 116.757, i clinicamente guariti 126, mentre quelli in isolamento risultano essere 5.814.

Super Green Pass: dai colori alla privacy, ecco i nodi da sciogliere

LIGURIA

Ci sono 350 nuovi casi covid in Liguria, emersi dopo 4.698 tamponi molecolari e 15.091 test antigenici rapidi. Il totale dei positivi sale poi di 138 casi a 4.607. E si registrano tre nuove vittime, tra il 17 e il 21 novembre: due donne di 82 e 88 anni, decedute all’ospedale Galliera di Genova, e un uomo di 90 anni scomparso all’ospedale San Martino di Genova. Crescono ancora gli ospedalizzati: i ricoverati sono oggi 5 in più per un totale di 141 pazienti ricoverati, 18 dei quali in terapia intensiva, in linea al dato di ieri. In sorveglianza attiva ci sono 2.782 persone (ieri erano 2.753). In isolamento domiciliare ci sono altre 141 persone.
Rispetto ai luoghi di contagi, 107 nuovi casi sono a Imperia, 87 Savona, 58 in Asl3 a Genova, 68 in Asl4 nel Tigullio e 28 a La Spezia. Due nuovi contagiati non sono residenti in Liguria. Rispetto alla campagna vaccinale, le nuove dosi somministrate di Pfizer o Moderna sono state in 24 ore pari a 8.308 (955.966 le seconde dosi, 114.778 le dosi aggiuntive (addizionali o booster).

EMILIA-ROMAGNA

“Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 447.312 casi di positivita’, 850 in piu’ rispetto a ieri, su un totale di 36.785 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri e’ quindi del 2,3 per cento”. Lo ha riferito la Regione nel consueto bollettino sull’emergenza: “Sui 347 asintomatici, 171 sono stati individuati grazie all’attivita’ di contact tracing, 4 con lo screening sierologico, 21 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con i test pre-ricovero. Per 147 casi e’ ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 221 nuovi casi; seguono Modena (108) e Rimini (100); poi Cesena (84) e Ravenna (71); quindi Forli’ (67), Imola (55), Piacenza (53) e Reggio Emilia (52); infine Ferrara (36) e Parma (3)”.

Made with Flourish

TOSCANA

In Toscana sono 370 i nuovi casi di Coronavirus su 38.780 tamponi. Lo riporta il presidente della Regione, Eugenio Giani, nel consueto messaggio social che anticipa i dati del bollettino giornaliero sull’emergenza sanitaria. Nell’ultima giornata sono nel dettaglio 8.627 i tamponi molecolari effettuati e 30.153 quelli antigenici rapidi. Il tasso di positività, di conseguenza, tocca lo 0,95% sul totale dei test e il 4,6% in relazione alle nuove diagnosi. Rispetto alla scorsa settimana si assiste a una risalita di casi e incidenza. Martedì scorso, in effetti, erano stati 305 i contagi confermati a fronte di 36.336 test. Il tasso di positività, perciò, si fermava rispettivamente allo 0,84 e al 3,7%. Rispetto alle vaccinazioni sono 6.194.376 le dosi somministrate in Toscana dall’inizio della campagna, di queste oltre 14.500 nelle ultime 24 ore.

UMBRIA

Covid, Delta plus contagiosa come la varicella: “Può sfuggire ai tamponi rapidi”

LAZIO

Nel Lazio su 17.087 tamponi molecolari e 31.544 tamponi antigenici per un totale di 48.631 tamponi, si registrano 1.456 nuovi casi positivi (+516 di cui 259 casi nella Asl Roma 1 sono notifiche pregresse), 4 i decessi (-11), 677 i ricoverati (+21), 84 le terapie intensive  e +765 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,9%. I casi a Roma città sono a quota 931. Oggi su 4 decessi 3 non erano vaccinati. Il raffronto con il 23 novembre 2020: -44 decessi, -885 casi positivi,-2.674 ricoverati in area medica, -251 ricoverati in terapia intensiva, -65.123 in isolamento domiciliare.

MARCHE

ABRUZZO

Sono 115 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 2.846 tamponi molecolari: è risultato positivo il 4,04% dei campioni. Si registra un decesso recente: si tratta di un 73enne del Pescarese. Il bilancio delle vittime sale a 2.579. Invariati i ricoveri in area non critica, mentre aumentano le terapie intensive. I guariti delle ultime ore sono 181: il totale supera così quota 80mila. I nuovi positivi hanno età compresa tra 3 e 89 anni. Gli attualmente positivi sono 3.652 (-67): 91 pazienti (invariato rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica e 9 (+1) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 3.552 (-68) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 80.050 (+181).

MOLISE

CAMPANIA

Indice di contagio in calo, in diminuzione l’occupazione delle terapie intensive ma crescono i ricoverati nei reparti di degenza ordinaria mentre altre 14 sono le vittime, 9 nelle ultime 48 ore e 5 in precedenza ma registrate ieri. Sono i dati del bollettino Covid in Campania. Sono 750 i positivi del giorno su 33.733 test per un tasso del 2,2% contro il 4,1 di ieri. 22 i ricoverati in terapia intensiva, a fronte dei 24 di ieri mentre nei reparti di degenza sono 302 i ricoverati contro i precedenti 289.

BASILICATA

In Basilicata, nella giornata di ieri, sono stati processati 736 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, 37 dei quali sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 23 guarigioni. Lo fa sapere la task force regionale.  Sempre ieri sono state effettuate 2.685 vaccinazioni.Attualmente sono 436.047 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,8 per cento) e 401.563 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (72,6 per cento) e 29.861 (5,4 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 867.471 su 553.254 residenti.

PUGLIA

L’1,09% dei 22.643 test processati in Puglia per accertare l’infezione da coronavirus ha dato esito positivo. Si tratta di 249 malati covid in più rispetto a ieri la gran parte dei quali rilevati in provincia di Taranto in cui si contano 83 nuovi contagiati. Seguono le province di Foggia con 54 casi, Lecce con 47, Bari con 38, Bat con 15 e Brindisi con 13.
Gli attualmente positivi sono 3.948 di cui 151 ricoverati in area non critica covid (due in più rispetto a ieri) e 17 in terapia intensiva.
Le vittime dell’infezione da coronavirus sono due che fanno salire a 6.878 il totale dei decessi da inizio pandemia a oggi.

Se le Rsa chiedono il molecolare ai parenti in visita

CALABRIA

Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffuso dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 163 i nuovi contagi registrati (su 5.035 tamponi effettuati), +246 guariti e zero morti (per un totale di 1.483 decessi). Il bollettino, inoltre, registra -83 attualmente positivi, -80 in isolamento, -3 ricoverati e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 12).

SICILIA

SARDEGNA

Ci sono 4 morti in Sardegna per Coronavirus, registrati dall’Unità di crisi regionale: si tratta di tre donne di 82, 83 e 86 anni, residenti nella provincia di Sassari e di una quarta donna di 86 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna. I nuovi casi di positività sono 76 sulla base di 2.505 persone testate e di 17.782 tamponi processati, tra molecolari e antigenici. Su questo dato, fa sapere la Regione, c’è stato un riallineamento. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 13 (1 in più rispetto a ieri), 48 invece in area medica. In isolamento domiciliare ci sono 2.230 persone (24 in più rispetto a ieri).

Made with Flourish

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source