Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 28 settembre: 2.985 nuovi casi e 65 decessi . Tasso di positività allo 0,9 per cento

Pubblicità
Pubblicità

Sono 2.985 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.772. Sono invece 65 le vittime in un giorno (ieri erano state 45). Su 338.425 i tamponi molecolari e antigenici  effettuati  (ieri erano stati 124.077) Il tasso di positività è dello 0,9%, in calo rispetto al dato di ieri. I malati attivi in Italia sono sotto quota 100 mila

Calano i ricoveri. Sono 459 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, in calo di 29 rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 19 (ieri erano 29). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.418 (ieri 3.487), ovvero 69 meno di ieri.

 

VALLE D’AOSTA

Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati dieci nuovi casi positivi al Covid-19 in Valle d’Aosta. Cinque i guariti; il numero dei contagiati attuali sale a 68, di cui tre ricoverati all’ospedale Parini e 65 in isolamento domiciliare. E’ quanto si rileva dal bollettino quotidiano della Regione Valle d’AOSTA in base ai dati dell’Usl. I morti dall’inizio della pandemia sono 474.

TRENTINO

Made with Flourish

ALTO ADIGE

I laboratori dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige hanno accertato, nelle ultime 24 ore, altri 92 casi di positività al Covid-19: 44 sono stati rilevati sulla base di 1.273 tamponi pcr (di cui 387 nuovi test) e 48 sulla base di 7.838 test antigenici. Non vengono segnalati decessi che sono in totale 1.192 dall’inizio dell’emergenza sanitaria, mentre aumentano di una unità i pazienti Covid-19 assistiti nei normali reparti ospedalieri, che ora sono 25. Sono sempre 9, invece, i pazienti assistiti in terapia intensiva e 3 quelli in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 1.837, mentre quelle dichiarate nelle ultime 24 ore sono 97, per un totale di 76.669 dall’inizio dell’emergenza.

Made with Flourish

PIEMONTE

Calano nelle ultime 24 ore in Piemonte i ricoveri da Covid: sono 24 in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri, e 192 nei reparti ordinari, 16 in meno.
L’Unità di crisi regionale registra però un decesso, non riferito alla giornata odierna, mentre i nuovi casi di positività sono 192, lo 0.8% dei 23.564 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 105 (54,7%). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.445, gli attualmente positivi 3.661. Balzo dei nuovi guariti, che sono 280.
Dall’inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 382.656 positivi, 11.759 decessi e 367.236 guariti.

VENETO

LOMBARDIA

Made with Flourish

FRIULI VENEZIA GIULIA

in Friuli Venezia Giulia su 4.031 tamponi molecolari sono stati rilevati 40 nuovi contagi con una percentuale di positivita’ dello 0,99%. Sono inoltre 6.787 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 11 casi (0,16%). Nella giornata odierna si registra un decesso (un uomo di 94 anni di Palazzolo Dello Stella); scendono a 7 le persone ricoverate in terapia intensiva mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti rimangono 41. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.818, con la seguente suddivisione territoriale: 822 a Trieste, 2.023 a Udine, 679 a Pordenone e 294 a Gorizia. I totalmente guariti sono 108.643, i clinicamente guariti 68, mentre le persone in isolamento calano a 981. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 113.558 persone (il totale e’ stato ridotto di due unita’ a seguito della revisione di altrettanti test positivi) con la seguente suddivisione territoriale: 23.063 a Trieste, 52.467 a Udine 22.815 a Pordenone, 13.628 a Gorizia e 1.585 da fuori regione. Aprendo un focus sulle classi d’eta’ dei contagi di oggi quella piu’ colpita risulta essere la 0-19 (33,33%), seguita dalla 50-59 (27,45%) e dalla 40-49 (11,76%). Relativamente al Sistema sanitario regionale, si registrano i contagi di un infermiere e di un assistente tecnico dell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina, mentre, per quel che riguarda le strutture per anziani e per persone non autosufficienti, si rileva la positivita’ di un operatore a San Daniele del Friuli.

LIGURIA

EMILIA-ROMAGNA

Prosegue il calo dei contagi di Coronavirus in Emilia-Romagna, con i nuovi casi che, nelle ultime 24 ore, sono scesi sotto quota 200: si tratta di 197 nuovi casi, individuati sulla base di oltre 36mila tamponi registrati. Ci sono due vittime: un uomo di 78 anni in provincia di Piacenza e uno di 56 anni nel Bolognese. I casi attivi sono, attualmente, 13.868, il 96,9% dei quali in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure ospedaliere. I ricoveri restano sostanzialmente stabili: in terapia intensiva ci sono 47 pazienti, lo stesso numero di ieri, mentre sono 386 (-4) negli altri reparti Covid. Dei nuovi positivi, 65 sono asintomatici, in gran parte individuati con il contact tracing. Bologna, con 41 casi, è la provincia con il maggior numero di nuovi casi in termini assoluti, seguita da Forlì-Cesena (33) e Modena (32). L’età media dei nuovi positivi è di 34,1 anni.

Made with Flourish

TOSCANA

Altri 190 nuovi casi (età media 37 anni) ma ben nove altri morti nelle 24 ore per Covid in Toscana con un calo dell’età media a 66,2 anni (nei deceduti di ieri era stata di 86,5 anni). Le ultime nove vittime sono state 3 a Firenze, 4 a Prato, 1 a Pistoia e Grosseto. Il totale dei morti sale a 7.157 dall’inizio dell’epidemia.
Inoltre, salgono a 281.641 i casi totali di positività (+0,1% sul giorno precedente). I guariti sono stati 436 nelle 24 ore e fanno crescere in percentuale doppia (+0,2%) il numero dei guariti totali sul giorno precedente, dato che raggiunge quota 267.379. Gli attualmente positivi, quindi, sono oggi 7.105 (-3,5% rispetto a ieri, dato in calo costante da giorni). Tra loro i ricoverati sono 324 (-10 persone il saldo giornaliero su ieri, -3%) di cui 43 in terapia intensiva (-7 il saldo, pari al -14% su ieri, ma va tenuto conto dei decessi). Scendono sotto quota 7.000 (6.781 il numero esatto) le persone positive in isolamento a casa con “sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere – afferma la Regione nel suo rapporto -, o risultano prive di sintomi” (-245 su ieri, pari al -3,5%). Ci sono poi 16.606 persone (+416 su ieri, +2,6%) anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate e devono osservare la quarantena domiciliare per monitorare eventuali sviluppi.

UMBRIA

Scendono ancora i ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbria, 41 a martedì, erano 43 lunedì, mentre restano due i pazienti nelle terapie intensive. Lo riporta il sito della Regione. Nell’ultimo giorno sono emersi 29 nuovi positivi e 73 guariti. Nessun nuovo morto è stato segnalato. Gli attualmente positivi sono ora 915, 44 in meno.
Sono stati analizzati 2.594 tamponi e 5.938 test antigenici, con un tasso di positività dello 0,33 per cento (0,96 per cento il giorno precedente).

Made with Flourish

LAZIO

MARCHE

Picco di decessi correlati a Covid-19 nelle Marche nelle ultime 24ore: sono cinque i deceduti e il totale delle vittime sale a 3.077. Buone notizie invece sul fronte contagi (61 i nuovi rilevati con un’incidenza ancora in calo a 32,60) e su quello ospedaliero (-2 ricoveri; attualmente 74). E’ il quadro che emerge dall’aggiornamento del Servizio Sanità della Regione. Deceduti due uomini e tre donne; una 74enne di Monte San Giusto (Macerata) e una 76enne di Porto San Giorgio (Fermo) ospiti della Residenza Valdaso; una 81enne di Sant’Angelo in Vado e un 83enne di Mombaroccio (entrambi della provincia di Pesaro Urbino) ricoverati a Marche Nord, e un 93enne di Loreto, che era assistito agli Ospedali Riuniti di Ancona. Dei 61 nuovi positivi se ne sono rilevati 15 rispettivamente nelle province di Pesaro Urbino e Macerata, 13 nell’Anconetano, sette nel Fermano, e una in provincia di Ascoli Piceno; dieci sono provenienti da fuori regione. In 14 presentano sintomi; i casi comprendono 12 contatti stretti di positivi, 19 contatti domestici, due in setting lavorativo e tre in ambiente di scuola/formazione. I tamponi eseguiti sono 3.642 di cui 2.043 nel percorso diagnostico (3% positivi) e 1.591 nel percorso guariti, oltre a 1.075 test antigenici (24 positivi). Si registra un paziente in meno in terapia intensiva (20) e restano stabili i ricoverati in semintensiva (21) mentre in reparti non intensivi sono assiste 33 persone (-1). Gli ospiti di strutture territoriali sono 45 e una persona è in osservazione in pronto soccorso. Il totale dei positivi sale a 2.661 (+7), le quarantene scendono a 3.588 (-149) e i guariti/dimessi salgono a 107.971 (+54).

ABRUZZO

Sono 28 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 2.723 tamponi molecolari: è risultato positivo l’1,03% dei campioni. Stabili i ricoveri. Il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva resta al 3% e quello relativo alle aree mediche al 5%; entrambi i valori sono lontani dalle soglie da zona gialla, rispettivamente del 10 e del 15%. L’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti scende a 27 (soglia limite 50). Non si registrano decessi: il bilancio delle vittime è fermo a 2.544. I nuovi positivi hanno età compresa tra 3 e 77 anni. Gli attualmente positivi sono 1.831 (-61): 61 pazienti (-1 ) sono ricoverati in ospedale in area medica e 5 (invariato) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 1.765 (-60) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 76.716 (+85).
Degli 81.091 casi complessivamente accertati in Abruzzo 20.597 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+9 rispetto a ieri), 20.658 in provincia di Chieti (+1), 19.608 in provincia di Pescara (+1), 19.444 in provincia di Teramo (+15) e 669 fuori regione (+1), mentre per 115 (-3) sono in corso verifiche sulla provenienza.

MOLISE

CAMPANIA

Torna a scendere, in Campania, l’indice di contagio. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati dell’Unità di crisi, sono 222 i casi positivi al Covid su 18.799 test esaminati. Se ieri l’indice era salito al 2,68%, oggi è pari all’1,18%. Tre i decessi nelle ultime 48 ore; 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Negli ospedali resta stabile la situazione nelle terapie intensive (-1) , mentre calano i ricoveri in degenza (-9).

BASILICATA

Sono 32 i nuovi positivi al Covid su 795 tamponi molecolari processati ieri 27 settembre in Basilicata. Nella stessa giornata si sono avute 35 guarigioni, di cui 32 relative a residenti in Basilicata, ed è stato registrato il decesso di un paziente non vaccinato che si trovava ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Carlo di Potenza. Sono 41 le persone ricoverate, di cui due in terapia intensiva. In totale i casi di positività in Basilicata ammontano a 1.157.

PUGLIA

Oggi in Puglia si registrano 125 nuovi casi di Coronavirus. E’ quanto emerge dall’analisi dei 13.458 test, per un tasso di positività dello 0,9%. I decessi per Covid sono stati sei in tutta la regione. Dei 2.799 attualmente positivi 156 sono ricoverati in area non critica e 15 sono in terapia intensiva.
I 125 casi sono stati individuati 29 in provincia di Bari, 26 nella BAT, 9 nel Brindisino, 22 nel Foggiano, 25 nel Leccese, 18 nel Tarantino

CALABRIA

Sono 97 in piu’ rispetto a ieri le persone risultate positive al coronavirus in Calabria. Il dato emerge dal bollettino quotidiano della regione in cui sono registrati anche due decessi avvenuti nelle ultime 24 ore. Le persono ricoverate nei reparti degli ospedali regionali sono 7 in piu’, mentre nessun nuovo ricovero e’ segnalato nelle terapie intensive.

SICILIA

SARDEGNA

Contagi da Covid più che raddoppiati ma ancora contenuti in Sardegna dove nelle ultime 24 ore si conta un solo decesso: un uomo di 80 anni residente nella città metropolitana di Cagliari. I nuovi casi accertati sono 49 (+28) sulla base di 2.433 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 4.121 tamponi. Il tasso di positività scende all’1,1 per cento. Cala la pressione negli ospedali. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 14 (-1), 140 (-3) quelli in area medica. Infine, sono 2.194 (-196) le persone ancora in isolamento domiciliare.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source