Coronavirus lAbruzzo diventa zona rossa. Ma scuole restano aperte

Coronavirus, l’Abruzzo diventa zona rossa. Ma scuole restano aperte

La Republica News
Pubblicità

Abruzzo in ‘zona rossà da mercoledì 18 novembre, ma le scuole restano aperte. Lo ha anticipato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, durante la visita all’ospedale ‘San Raffaelè di Sulmona. Il tema delle scuole aveva generato aspre polemiche nelle ultime ore. “Abbiamo assunto la decisione di firmare un’ordinanza che applica alla Regione Abruzzo la disciplina contenuta nell’articolo 3 del Dpcm e cioè quella delle cosiddette zone rosse e non di più” ha detto Marsilio.l’intervista
Abruzzo verso la zona rossa. Il governatore Marsilio: “Meglio intervenire subito che perdere un’altra settimana”
di Concetto Vecchio 16 Novembre 2020

Il governatore, domani, firmerà l’ordinanza con cui l’Abruzzo diventerà regione ‘rossa’ anche se asili, elementari e prime classi delle scuole medie resteranno aperte, contrariamente al parere del Comitato tecnico scientifico regionale. “Sulla scuola – ha detto – la discussione è stata molto ampia come è giusta che sia. Siamo tutti d’accordo in Giunta e in maggioranza non possiamo accogliere, anche volendo, la richiesta che il Cts ci ha fatto. Chiudere le scuole di ogni ordine e grado non consentirebbe alle famiglie di affrontare i problemi con i bambini in casa non avendo congedi parentali e bonus baby sitter. Sarebbe un peso letteralmente insostenibile. Per questo riteniamo che sia sufficiente un atto di responsabilità, applicando principio di precauzione, cioè quello di dichiarare l’Abruzzo zona rossa da mercoledì, misura che adottiamo principalmente con l’ottica di dare sostegno agli ospedali. Siamo convinti nell’adottare che prima cominciamo prima ne usciamo – ha detto ancora – e forse riusciamo a salvare stagione natalizia che anche sotto profilo economico è ossatura commercio ed economia del territorio e del Paese. Sono in attesa di parlare con il ministro Speranza impegnato nel Consiglio dei ministri, ma che comunque ha sostenuto la nostra decisione”. Sui ristori, ha infine sottolineato, “è in corso l’interlocuzione con il Governo”.
Oggi in Abruzzo si registrano 642 contagi da Covid-19 risultati dai 3.576 tamponi effettuati, con il numero dei decessi, undici, che cresce ancora.
Argomenti



Go to Source