Coronavirus mondo Peru sospende vaccino cinese problemi neurologici in un volontario. Picco contagi a Tokyo e Seul

Coronavirus mondo, Perù sospende vaccino cinese: problemi neurologici in un volontario. Picco contagi a Tokyo e Seul

La Republica News
Pubblicità

Nella giornata di venerdì gli Stati Uniti hanno  registrato un nuovo record di contagi da Covid-19: oltre 232 mila in 24 ore e più di tremila morti. I dati sono quelli della Johns Hopkins University.
Sospeso vaccino cinese in Perù
Il vaccino Covid sviluppato dal Beijing Institute of Biological Products, unità del China National Biotec Group di Sinopharm è stato messo in stand-by temporaneamente per presunte complicanze neurologiche in un volontario. L’Istituto nazionale di Sanità peruviano ha annunciato di aver deciso di interrompere gli studi clinici dopo che un volontario avrebbe avuto difficoltà a muovere le braccia, secondo i media locali. I test avrebbero dovuto concludersi questa settimana. Circa 60mila persone in tutto il mondo hanno già preso il vaccino Sinopharm, inclusi volontari in Argentina, Russia e Arabia Saudita.

Lo strano caso del vaccino anti-Covid cinese: dosi in tutto il mondo ma Pechino non dà l’ok
dal nostro inviato Filippo Santelli 10 Dicembre 2020

Ok al vaccino negli Usa. Trump: “Entro meno di 24 ore”
La campagna di vaccinazione contro il nuovo coronavirus negli Stati Uniti inizierà “tra meno di 24 ore”. Lo  ha detto il presidente Donald Trump poco dopo il  via libera concesso dalla Food and drug administration (Fda) al vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica Pfizer. “Abbiamo già iniziato a inviare il vaccino a tutti gli Stati”, ha detto Trump in un messaggio video pubblicato sul proprio profilo Twitter.”Oggi il nostro Paese ha ottenuto un miracolo medico ottenendo un vaccino sicuro ed efficace in appena nove mesi”, ha detto il presidente parlando di “uno dei più grandi successi scientifici della storia”. “Quando il ‘chinavirus’ ha invaso le nostre terre ho promesso che avremmo prodotto un vaccino in tempo record, entro la fine dell’anno”, rivendicando l’azione del suo governo contro “chi diceva che non sarebbe stato possibile”.
Giappone, record di contagi a Tokyo
Sono 621 i nuovi casi registrati nella capitale, un record dall’inizio della pandemia. Gli esperti sostengono che i numeri continueranno a salire se non verranno prese le misure necessarie. Il Giappone non è mai ricorso finora a un lockdown.
Balzo in Corea del Sud. Ospedali in difficoltà
Il Paese in un giorno ha avuto 950 nuovi casi e 6 decessi, un numero record da marzo. Le autorità temono il collasso delle strutture ospedaliere.  Oltre la metà dei contagi si concentrano nella capitale, a Seul. Il governo a ottobre ha allentato le misure preventive, incluso il distanzaiamento, contro gli avvertimenti delle autorità mediche. Per poi essere costretto in questo ultimo mese a chiude locali e ristoranti dopo le 21. Il presidente Moon Jae-in si è scusato con la popolazione con un messaggio su Facebook, per aver fallito la politica di contenimento del virus. Il Paese si prepara a nuove chiusure.
Il Canada proroga le restrizioni al confine Usa
Il premier canadese Justin Trudeau ha annunciato che il suo Paese prorogherà per altri 30 giorni le restrizioni al confine tra Canada e Usa: fino al 21 gennaio, dunque, cioè il giorno dopo l’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca. Fino a quella data, quindi, resterà in vigore il divieto dei viaggi “non essenziali” tra i due Paesi.

Argomenti



Go to Source