Coronavirus, negli Usa superati 700mila morti: come fosse sparita la capitale Washington. Nel mondo 5 milioni di vittime

Pubblicità
Pubblicità

Le vittime negli Stati Uniti a causa del Covid19 hanno superato le 700.000 unità, secondo i dati della Johns Hopkins University. Si tratta di un numero di persone più o meno equivalente alla popolazione della capitale Washington. Dopo una risposta iniziale alla pandemia pesantemente criticata, gli Stati Uniti hanno da allora organizzato il lancio di vaccini efficaci, ma si ritrovano comunque ad aver registrato  il maggior numero di vittime al mondo, molto più avanti di altri paesi come Brasile e India.

I decessi in tutto il mondo legati alla pandemia hanno superato i 5 milioni e, secondo un conteggio della Reuters, hanno subito una accelerazione, Mentre ci è voluto poco più di un anno perché il bilancio delle vittime raggiungesse quata 2,5 milioni, i successivi 2,5 milioni di morti sono stati registrati in poco meno di otto mesi. Nell’ultima settimana sono stati segnalati in media 8.000 decessi al giorno in tutto il mondo, ovvero circa cinque decessi al minuto.

Negli ultimi giorni c’è stata una crescente attenzione sull’invio di vaccini alle nazioni più povere, dove molte persone devono ancora ricevere la prima dose: più della metà del mondo deve ancora ricevere almeno una dose di un vacci secondo Our World in Data.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source