Coronavirus PascaProfit in 2021 aumento debito pubblico ma forte ripresa economica

Coronavirus: PascaProfit, ‘in 2021 aumento debito pubblico ma forte ripresa economica’

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

21 dicembre 2020

Roma, 21 dic. (Labitalia) – “Il 2021 sarà caratterizzato da due aspetti fondamentali sul piano economico e finanziario: un innalzamento del debito pubblico a livello mondiale, legato alle conseguenze della pandemia, ma anche una forte ripresa economica”. A dirlo Giuseppe Pascarella, uno dei principali esperti europei di analisi di società quotate in borsa negli Usa, ceo del gruppo PascaProfit e autore del bestseller ‘Battere il benchmark’, attraverso il quale promuove l’alfabetizzazione finanziaria in Italia.
“Negli ultimi 12 mesi – ricorda l’esperto – abbiamo vissuto una esperienza straordinaria: il covid ha spinto l’economia globale nella sua recessione più profonda dalla seconda guerra mondiale. I mercati azionari sono crollati a fine febbraio e marzo, per poi riprendersi fortemente nei mesi successivi grazie al sostegno senza precedenti delle banche centrali e dei governi”. Un sostegno che sembra destinato a protrarsi anche per il prossimo anno: “le misure di stimolo a cui abbiamo assistito proseguiranno, e molto probabilmente sosterranno le attività finanziarie anche per il 2021”.
“L’obiettivo delle banche centrali – spiega Pascarella – è abbassare i tassi di interesse reali per sostenere la ripresa economica. Con i tassi di interesse nominali sostanzialmente fissi, l’unico modo per far abbassare i tassi di interesse reali è attraverso un aumento delle aspettative di inflazione. Nel prossimo anno è prevista un’inflazione globale intorno al 2,3% (2% Usa; 1% eurozona; 2,5% Cina), quindi sotto controllo. Questi numeri bassi di inflazione stanno ad indicare che le banche centrali non avranno fretta di aumentare i tassi di interesse. Questo comporterà inevitabilmente un aumento del debito pubblico”.
“Secondo le stime di PascaProfi – aggiunge l’analista finanziario – questi stimoli genereranno una ripresa economica molto importante, nell’ordine di un 5% di crescita globale del pil”.
Molto importante sarà anche la consapevolezza dei fattori ambientali: “le società di asset management che aderiscono agli standard esg sono in rapida crescita, esercitando una maggiore pressione sulle società quotate affinché allineino i modelli e le pratiche di business agli standard esg. Questa tendenza continuerà, portando a un’ulteriore domanda per investimenti sostenibili”.
Riguardo al consiglio per gli investitori, conclude Pascarella, “è il momento di abbracciare l’investimento sul lungo periodo e non lasciare mai il capitale fermo. Si stima infatti, in base a diverse metriche di valutazione, che gli utili del 2021 supereranno il livello del 2019, l’anno pre Covid”.



Go to Source