Coronavirus Polis Lombardia per ripartenza interventi per famiglie e microimprese

Coronavirus: Polis Lombardia, per ripartenza interventi per famiglie e microimprese

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Condividi:

16 novembre 2020

Milano, 16 nov. (Adnkronos) – Interventi sociali e finanziari semplificati per le famiglie, azioni di aggregazione e accesso al credito per le microimprese e nuove forme di cooperazione nel settore del turismo. Sono alcuni degli interventi suggeriti nelle ‘Prospettive per la Ripartenza’ indicati da Polis Lombardia nel corso della presentazione del ‘Rapporto Lombardia 2020 – Ripartire con lo sviluppo Sostenibile’. Sulle ‘Prospettive per la Ripartenza’ hanno portato il loro contributo Giovanni Azzone del Politecnico di Milano, Mauro Magatti dell’Università Cattolica e Antonella Zucchella dell’Università degli Studi di Pavia. Sia per gestire al meglio la ripresa sia per affrontare eventuali nuovi stati di emergenza i Comuni devono essere posti nelle condizioni di operare al meglio in situazioni straordinarie, avere un proprio livello di risposta autonoma e organizzata, secondo le ‘Prospettive’.
Le famiglie, inoltre, devono essere aiutate con interventi sociali e finanziari semplificati, celeri, con sostegni prioritariamente di natura economica e psicologica. A partire dalle azioni di sostegno al reddito, di riqualificazione e di ricollocazione dei lavoratori dei settori più colpiti dalla pandemia. Le microimprese necessitano di azioni di aggregazione, principalmente per superare difficoltà di accesso al credito e di capacità finanziaria degli investimenti. Vanno sottoscritti patti di filiera in cui le imprese maggiori diventino trainanti accompagnando verso la ripresa anche gli attori più piccoli e fragili. Da promuovere il rimpatrio di alcune produzioni, sicuramente in una filiera strategica come quella legata al mondo della salute.
Nuove forme di cooperazione, di aggregazione e di integrazione sono auspicabili anche nel settore del turismo, per rinforzare la consistenza economico finanziaria di possibili investimenti e per favorire la gestione collettiva di singoli servizi da più imprese o soggetti. E l’incremento delle modalità ‘smart’ impone un adeguamento della rete digitale. Si deve partire dalla copertura delle reti, sia diffondendo la fibra ottica, sia, anche in conformità delle particolari caratteristiche del territorio lombardo, prevedendo un’efficace rete wireless.



Go to Source