Coronavirus, Rezza (Iss): “Far ripartire il calcio? Non darei l’ok”

La Republica News

“Se dovessi dare un parere tecnico non lo darei favorevole e credo che il Comitato tecnico scientifico sia d’accordo. Poi sarà la politica a decidere”. Gianni Rezza, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Iss e componente del Comitato tecnico scientifico mette un palo sulla strada della ripresa del campionato invocata da più presidenti delle società di Serie A. “Il calcio è uno sport che implica un contatto e quindi un certo rischio di trasmissione”. I medico poi sì è concesso una battuta: “Da romanista manderei tutto a monte”.Una battuta detta ridendo che ha scatenato subito le ire della Lazio, una delle società più agguerrite sul tema del far ripartire la Serie A. Arturo Diaconale, responsabile comunicazione della società di Lotito ha risposto su tutte le furie: “Le parole di Rezza? Alle volte il tifo colpisce anche gli scienziati e dà alla testa… Scienziati che sarebbero molto più utili se invece di occuparsi di queste cose trovassero un modo per fronteggiare efficacemente il virus”.  “Gli scienziati – dice all’Adnkronos Diaconale – facciano gli scienziati e non i tifosi”.”E sarebbe davvero auspicabile – aggiunge Diaconale – che, invece di alimentare polemiche calcistiche di cui non si sente il bisogno, si dedicasse ogni energia alla ricerca di una cura o di un vaccino che possa arrestare il contagio”.Coronavirus, Rezza sulla ripartenza del campionato di Serie A: ”Da romanista dovrei dire tutto a monte”in riproduzione….Condividi  

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi