Covid, Bertolaso: “Lombardia tiene ma va verso zona gialla”

Pubblicità
Pubblicità

“La Lombardia è una delle poche realtà che ancora tiene nell’ambito di quelli che sono i colori di valutazione dell’epidemia. La Regione è ancora bianca, non vi sono limitazioni particolari perchè siamo ancora su dati abbastanza buoni, ma vediamo che ogni giorno si stanno incrinando e ci stanno portando verso una situazione che potrebbe cambiare da bianca a gialla”.

Coronavirus, da Milano a Monza: i segni della quarta ondata nella mappa dei contagi

A dirlo è il coordinatore della campagna vaccinale anticovid in Lombardia, Guido Bertolaso, nel corso di una diretta Facebook. “E’ inevitabile con l’avvicinarsi della stagione fredda, come è successo l’anno scorso, quando eravamo messi molto peggio”, ha concluso Bertolaso.

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 11 novembre: 8.569 nuovi casi e 67 morti

 

“Vaccini una soluzione, non ci sono alibi per non fare la terza dose”

“L’unica difesa che abbiamo contro il Covid è la vaccinazione – ha aggiunto Bertolaso – adesso abbiamo iniziato con la terza dose, siamo arrivati a una copertura tra il 30 e il 35% di quelli che ne hanno diritto oggi. Grazie al cielo vediamo che le prenotazioni aumentano giorno per giorno, siamo già su numeri molto importanti e siamo convinti che questo trend continuerà ad aumentare nei prossimi giorni”. 

“La macchina organizzativa funziona benissimo – ha sottolineato ancora – i vaccini ci sono, non vi solo alibi per nessuno per non andare e vaccinarsi con la terza dose”. Quindi ha ricordato: “dal primo dicembre si inizierà anche con i 40-60 anni, gli over 60 e i fragili già possono farlo, così come i vaccinati con J&J”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source