Covid Italia, bollettino del 2 dicembre: 16.806 casi e 72 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore i contagi da coronavirus in Italia sono stati 16.806, 72 i morti. I tamponi eseguiti sono stati 680mila: il tasso di positività è al 2,5%. In aumento le terapie intensive (+12) e i ricoveri in area medica (+50).

VALLE D’AOSTA

In Valle d’Aosta sono stati rilevati 99 nuovi casi positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore. Le guarigioni sono 35. I contagiati attuali salgono a 738, di cui 29 ricoverati all’ospedale Parini (uno in terapia intensiva). E’ quanto si legge nel bollettino della Regione Valle d’Aosta. Sono 479 le vittime dall’inizio della pandemia nella regione alpina.

TRENTINO

ALTO ADIGE

In Alto Adige quattro persone sono morte per le conseguenze dell’infezione da coronavirus ed il bilancio totale delle vittime, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, sale a 1.245. Mentre i nuovi casi positivi accertati dai laboratori dell’Azienda sanitaria provinciale nelle ultime 24 ore che sono 717. Di questi, 445 sono stati rilevati sulla base di 2.544 tamponi pcr (774 dei quali nuovi test) e 272 sulla base di 9.413 test antigenici. Dopo molto tempo, il numero dei guariti supera quello dei nuovi casi: nelle ultime 24 ore sono 722 per un totale di 84.427. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 11 (uno in meno rispetto ad ieri) in terapia intensiva, 99 nei normali reparti ospedalieri e 69 (5 in più) nelle strutture private convenzionate (quest’ultimo dato è aggiornato al primo dicembre alle ore 17:00). Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 10.711 (710 in più).

Made with Flourish

VENETO

Ancora un balzo in avanti per i nuovi casi di contagio registrati in Veneto nelle ultime 24 ore: sono 2.873 i positivi accertati.
L’incidenza, informa una nota della Regione Veneto,  è di 317,1 casi ogni 100mila abitanti e Rt è a 1,39.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.604 tamponi molecolari sono stati rilevati 689 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’8,01%. Sono inoltre 19.895 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 81 casi (0,41%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di sette persone: nello specifico, si tratta di un uomo di 91 anni di Trieste, una donna di 92 anni di Muggia, una donna di 93 anni e un uomo di 76 anni entrambe di Cordenons, una donna di 88 anni di Pordenone, un uomo di 84 anni di Travesio e infine un uomo di 60 anni di Gemona del Friuli. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 26, mentre i pazienti in altri reparti sono 294.

LOMBARDIA

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1204 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 452 dopo test antigenico), pari all’1,9% di 62.935 tamponi eseguiti, di cui 52.357 antigenici. Dei 1204 nuovi casi gli asintomatici sono 604 (50,2%). I casi sono così ripartiti: 465 screening, 511 contatti di caso, 228 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 405.422, così suddivisi su base provinciale: 215.775 Torino, 58.133 Cuneo, 33.251 Alessandria, 31.458 Novara, 19.570 Asti, 14.973 Vercelli, 14.559 Verbano-Cusio-Ossola, 12.787 Biella, oltre a 1.677 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 3.239 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. Due decessi di persone positive al test del Covid-19, uno di oggi, sono stati comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 11.895 deceduti risultati positivi al virus.

Made with Flourish
LIGURIA

Sono 549 i nuovi casi Covid registrati in Liguria nelle ultime 24 ore a fronte di 6.006 tamponi molecolari e 9.567 test antigenici. È quanto emerge dal bollettino Alisa della Regione. In dettaglio, i nuovi positivi sono 127 nella provincia di Imperia, 154 a Savona, 262 a Genova, 56 a La Spezia e 1 non riconducibile alla residenza in Liguria. Nessun decesso è stato comunicato per lo stesso arco temporale, mentre salgono a 3 i ricoveri totali: di questi 180 sono in reparto e 21 in terapia intensiva. Sono 277 i nuovi guariti.

EMILIA-ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia causata dal nuovo coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 458.504 casi di positività, 1.464 in più rispetto a ieri, di cui 609 asintomatici, su un totale di 39.686 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di test effettuati da ieri è del 3,7%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 39,7 anni. La città con più contagi oggi è Rimini, con 232 nuovi casi, ed è seguita da Modena, con 220, Bologna, con 206, Ravenna, con 203, Ferrara, con 142, Reggio Emilia, con 124, Cesena, con 113, Forlì, con 92, Parma, con 51, il Circondario Imolese, con 41, e Piacenza, con 40. Le persone complessivamente guarite sono 457 in più rispetto a ieri e raggiungono le 422.194 unità. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 22.507 (+1.001) e di questi le persone in isolamento domiciliare, che non hanno bisogno di cure ospedaliere, sono complessivamente 21.758 (+995), il 96,7% del totale dei casi attivi. Cala il numero dei ricoverati in terapia intensiva, che sono 75 (-1 rispetto a ieri), mentre sono 647 quelli negli altri reparti Covid-19 (+7). Nelle ultime 24 ore si sono registrati sei decessi e in totale, dall’inizio dell’epidemia in regione, le persone che hanno perso la vita sono state 13.803.

TOSCANA

In Toscana sono 615 i nuovi casi di Coronavirus, su 10.863 tamponi molecolari e 24.332 antigenici rapidi, sei i decessi e 384 le guarigioni. Nelle ultime 24 ore il tasso di positività si attesta all’1,7% sul totale dei tamponi e al 6,3% in relazione ai nuovi soggetti controllati, mentre si registra una nuova considerevole riduzione della pressione sugli ospedali. I ricoverati nelle aree Covid scendono così a 298 (nove in meno rispetto a ieri), di cui 49 in terapia intensiva (due in più). Dall’inizio dell’emergenza sono 302.670 i contagi confermati, 285.845 le guarigioni e 7.415 i decessi. Anche oggi doppia risalita delle quarantene. I dati delle aziende sanitarie riscontrano 9.112 isolamenti domiciliari di asintomatici e malati lievi (+234 rispetto all’ultima rilevazione) e 21.630 sorveglianze attive di persone entrate in contatto con casi infetti (+440).

UMBRIA

Due nuovi decessi, ricoveri in calo per il secondo giorno consecutivo e positivi in rialzo. Questo l’andamento della pandemia in Umbria, in base ai dati giornalieri resi noti dalla regione. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati rilevati 103 nuovi positivi, su un totale di quasi 11.500 tamponi. Il tasso di positività si attesta allo 0,9%. A fronte di 82 guariti, il numero degli attualmente positivi aumenta di 19 unità, raggiungendo quota 1641. Sul fronte ospedalizzazioni, si registrano quattro ricoveri in meno, che scendono a 53. Di questi, dieci sono ricoverati in terapia intensiva, dato invariato. Con i due decessi registrati oggi, sale a 1492 la cifra delle vittime in Umbria da inizio pandemia.

Made with Flourish

LAZIO

Oggi nel Lazio su 20.635 tamponi molecolari e 29.107 tamponi antigenici per un totale di 49.742 tamponi, si registrano 1.810 nuovi casi positivi (+172), sono 4 i decessi (-4), 692 i ricoverati (-4), 93 le terapie intensive (-3) e +817 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,6%. I casi a Roma città sono a quota 926. Lo rende noto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, che spiega: “Il valore Rt a 1 segnale positivo, ma per raffreddare la curva serve correre con i richiami. Ci attenderanno ancora giornate di turbolenza e incremento dei casi. Bene Roma su ordinanza mascherine, facciamo uno shopping sicuro”.

MARCHE

Segna il passo dopo molti giorni l’incidenza di casi positivi al coronavirus su 100mila abitanti nelle Marche: nell’ultima giornata, in cui si sono registrati 439 nuovi positivi, l’incidenza è lievemente scesa da 195,28 a 192,55. Lo evidenziano i dati dell’Osservatorio epidemiologico della Regione. E’ ancora la provincia di Ancona ad avere il numero più alto di casi (121); seguono le province di Ascoli Piceno (88), Pesaro Urbino (86), Macerata (80) e Fermo (53); 11 casi da Fuori regione. I contagi risultano in tutte le fasce d’età con il picco tra 45-59 anni (124); sono 119 i casi tra giovani di età compresa tra 0-18 anni (39 tra 6-10 anni e 36 11-13 anni). Sul fronte ospedaliero, comunica la Regione, sono stabili i valori di incidenza di ricoveri tra vaccinati e non vaccinati: in Intensiva, ad esempio, i ricoveri sono 0,54 su 100mila vaccinati e di 4,47 su 100mila abitanti tra non vaccinati, una proporzione di quasi nove volte tra gli uni e gli altri. Mentre per quanto riguarda la terza dose di vaccino, nelle Marche si sono già prenotati in 123.450.

ABRUZZO

Sono 485 (di età compresa tra 1 e 94 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 88379. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2595. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 81290 dimessi/guariti (+222 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 4494 (+263 rispetto a ieri). Nel totale sono ricompresi anche 621 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche. 110 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 8 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4376 (+260 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6724 tamponi molecolari (1592512 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 11968 test antigenici (1367136). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 2.59 per cento. 

MOLISE

Made with Flourish
CAMPANIA

Sono 1.271 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall’analisi di 32.619 test. Nel bollettino odierno diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 5 nuovi decessi, 4 avvenuti nelle ultime 48 ore e uno avvenuto in precedenza, ma registrato ieri. In Campania sono 22 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 312 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

BASILICATA

Quarantuno dei 1.340 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che sono state registrate altre 34 guarigioni. Sono 14 i pazienti covid ricoverati negli ospedali lucani, ma nessuno di loro è in terapia intensiva e non vi sono stati nuovi decessi. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.092. Ieri sono state effettuate 3.748 vaccinazioni: i lucani che hanno ricevuto la prima dose sono 437.956 (79,2 per cento), mentre quelli che hanno avuto anche la seconda sono 405.712 (73,3 per cento). Le terze dosi inoculate sono 56.853 (10,3 per cento)

PUGLIA

CALABRIA

In crescita, in Calabria, la curva dei contagi ed il numero dei ricoverati in area medica. I nuovi degenti, nel saldo tra ingressi e uscite, sono 9 con il totale che sale a 138. In calo (-2), invece, il numero dei ricoverati in terapia intensiva il cui totale adesso è 15. I nuovi positivi, nelle ultime 24 ore, sono 369 (ieri 286), con il tasso di positività che sale al 5,8% dal 4,85. Due le vittime con il totale che arriva a 1.503. I casi attivi sono 4.690 (+170), gli isolati a domicilio 4.537 (+163) ed i nuovi guariti 197. Ad oggi sono stati fatti 1.445.293 tamponi con 93.591 positivi. Sono i dati comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria.

SICILIA

SARDEGNA

Nessun decesso ma sale ancora il numero dei contagi da Covid 19 in Sardegna dove si registrano 154 ulteriori casi di positività, sulla base di 3.013 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 10.428 tamponi, con un tasso di positività dell’1,4%. Cala, invece, il numero dei pazienti ricoverati nei reparti in area medica (72, due in meno rispetto all’ultima rilevazione), mentre restano 14 quelli in terapia intensiva. Infine sono 2.688 i casi di isolamento domiciliare (29 in più).

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source