Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Covid Italia, bollettino del 5 agosto: 38.219 nuovi casi e 175 morti

Sono 38.219 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 42.976. Le vittime sono 175, in aumento rispetto alle 161 di ieri. Il tasso è 17%, stabile rispetto al 17,7% di ieri. Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 223.852 tamponi. Sono invece 351 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 11 in meno rispetto a ieri, mentre gli ingressi giornalieri sono 24. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 9.397, cioè 337 in meno rispetto a ieri.

ISS, scendono ricoveri ordinari al 15,2% e terapie intensive al 3,6%

Continua a migliorare la situazione nei reparti Covid degli ospedali. “Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 3,6% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 4 agosto) contro 4,1% (rilevazione al 28 luglio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 15,2% (rilevazione 4 agosto) contro 17,0% (rilevazione della al 28 luglio)”.
Lo evidenzia il report settimanale con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero della Salute.

Sileri: “Non è finita, in autunno rialerà la testa il virus, pronti con i vaccini”

L’emergenza Covid “non è finita”, il virus “c’è e rialzerà la testa in autunno, dobbiamo essere pronti con le vaccinazioni”. Lo ha precisato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. “Anche questa settimana continua a scendere il tasso di incidenza di casi di Covid 19 nel nostro Paese. E l’incidenza si fissa intorno a 533 casi per 100mila abitanti. Anche l’Rt mostra una tendenza alla discesa, siamo finalmente sotto l’1 per la precisione a 0,90. Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva è rispettivamente al 15,2% e al 3,6%. Quindi ben al di sotto della soglia critica soprattutto per quello che riguarda le terapie intensive. Anche in questo caso c’è una tendenza alla decongestione”. Lo ha detto Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, nel video diffuso a commento dei dati del report settimanale sulla situazione epidemiologica.

Rt sotto la soglia epidemica, ultima volta a metà giugno

L’indice di contagiosità del Covid Rt, sceso ora sotto la soglia epidemica a 0,90, era stato più vicino a quel valore lo scorso 17 giugno quando venne registrato a 0,83. La settimana successiva, secondo quanto riferivano i dati dei monitoraggi settimanali sul Covid in Italia, la soglia era stata superata con un balzo a 1,16.



Go to Source

Exit mobile version