Covid Italia, il bollettino del 10 marzo 2022: 54.230 nuovi casi e 136 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 in Italia si sono registrati 54.230 nuovi casi e 136 morti; in totale sono stati 453.341 i tamponi processati con un tasso di positività che sale al 12%. Per la prima volta da oltre due mesi tornano sotto il milione di persone gli attualmente positivi al Covid in Italia. Precisamente, ad oggi, sono 971.155 le persone positive al Sars-CoV-2 di cui la stragrande maggioranza in isolamento domiciliare (962.196). Era dal 31 dicembre scorso che il totale degli attualmente positivi non superava la soglia del milione (l’ultimo giorno dell’anno erano 900.984). Il giorno successivo, il primo dell’anno, passarono a 1.021.793.  Il dato registra le persone che sono, appunto,  attualmente positive al Covid: sia dunque i pazienti ricoverati che quelli in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’emergenza sono 13.214.498 i contagiati dal coronavirus mentre le vittime salgono a 156.493. I guariti sono 12.086.850 in totale, 85.787 nelle ultime 24 ore.

VALLE D’AOSTA

Nessun decesso e 29 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d’Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia ad oggi nella regione a 31.843. I positivi attuali sono 1334 di cui 1317 in isolamento domiciliare, 16 ricoverati in ospedale, uno in terapia intensiva. I guariti totali sono oggi 29.987, in aumento di 21 unità rispetto a quelli segnalati ieri. I casi fino ad oggi testati sono 129.181 mentre i tamponi complessivamente effettuati sono 474.772. I decessi di persone con diagnosi di Covid in Valle d’Aosta da inizio emergenza ad oggi sono 522.

TRENTINO

Il bollettino giornaliero dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento riporta 328 nuovi casi di contagio, di cui undici individuati con i tamponi molecolari (su 262 test effettuati) e 317 con gli antigenici (su 3.422 test effettuati). I casi attivi sono complessivamente 2.969. Non si registrano decessi nelle ultime 24 ore. In ospedale vi sono 47 persone, di cui due in rianimazione. Ieri sono stati registrati tre nuovi ingressi e otto dimissioni. Le classi con sospensione dell’attività didattica in presenza sono due in tutto il territorio provinciale. I vaccini somministrati sono 1.193.284, di cui 425.194 seconde dosi e 318.468 terze dosi.

ALTO ADIGE

In Alto Adige sono 601 i nuovi casi di Covid-19 su 5.682 tamponi processati ieri. Due le persone decedute a seguito del coronavirus per un dato complessivo di 1.422 vittime da inizio pandemia. Su 643 tamponi molecolari esaminati, 34 hanno dato esito di positività. In calo  i pazienti covid ricoverati che sono 57 nei normali reparti (5 in meno) e 3 in terapia intensiva. I pazienti covid postacuti ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 43. Su 295.654 persone sottoposte a tampone molecolare, 195.011 sono risultate positive. I guariti totali sono 188.278.

PIEMONTE

 L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.244 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 7,1 % di 31.503 tamponi eseguiti, di cui 26.930 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 1.000.422, di cui 83.298 Alessandria, 45.871 Asti, 38.672 Biella, 132.964 Cuneo, 75.617 Novara, 531.933 Torino, 35.612 Vercelli, 36.030 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 4.934 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 15.491 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 29 (-2 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 635 (-19 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 42.066. I tamponi diagnostici finora processati sono15.925.650 (+ 31.503 rispetto a ieri). Sono 4, nessuno di oggi, i decessi di persone con diagnosi di Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 13.113 deceduti risultati positivi al virus, 1.760 Alessandria, 783 Asti, 500 Biella, 1.597 Cuneo, 1.052 Novara, 6.256 Torino, 606 Vercelli, 424 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 135 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 944.579(+1.742 rispetto a ieri), 78.290 Alessandria, 43.751 Asti, 36.980 Biella, 126.882 Cuneo, 72.713 Novara, 505.837
Torino, 33.499 Vercelli, 33.883 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 3.799 extraregione e 8.945 in fase di definizione.

VENETO

Torna ad alzarsi la curva dei contagi Covid in Veneto. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 4.613 (ieri erano 3.982), mentre le vittime sono state 7. Lo riferisce il bollettino della Regione. L’indice Rt – ha riferito il presidente Luca Zaia – resta però però sotto l’1, a 0,90, mentre l’incidenza degli attuali positivi su 100.000 abitanti è  di 537,6. Il totale dei casi dall’inizio dell’epidemia è di 1.367.495, quello dei decessi 13.944. I soggetti positivi in isolamento tornano a crescere, 49.924 (+790).  Report meno negativi arrivano dagli ospedali, dove sono 833 (-51) i malati ricoverati in area medica, e 71 (+4) quelli in terapia intensiva. Resta su numeri molto bassi la campagna vaccinale; solo 3.340 le somministrazioni effettuate ieri, delle quali appena 125 prime dosi.

LOMBARDIA

Made with Flourish

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.858 tamponi molecolari sono stati rilevati 269 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 5,54%. Sono inoltre 7.013 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 522 casi (7,44%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 12, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti risultano essere 148. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 50-59 anni (14.54%), seguita dalla 20-29 (14.41%) e 40-49 (14.29%). Nella giornata odierna non si registrano decessi, pertanto il numero complessivo resta fermo a quota 4.819, con la seguente suddivisione territoriale: 1.179 a Trieste, 2.296 a Udine, 916 a Pordenone e 428 a Gorizia. I totalmente guariti sono 291.874, i clinicamente guariti 202, mentre le persone in isolamento risultano essere 17.236. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 314.291 persone con la seguente suddivisione territoriale: 68.193 a Trieste, 130.179 a Udine, 75.937 a Pordenone, 35.377 a Gorizia e 4.605 da fuori regione. Il totale dei casi postivi è stato ridotto di 2 unità a seguito di 2 test positivi rimossi dopo la revisione dei casi (di cui uno a Pordenone e uno fuori regione).

LIGURIA

L’aumento dei contagi in Liguria si riflette anche sulle scuole e tornano a salire le classi in quarantena. Si è passati dalle 63 della settimana scorsa alle 103 di questa. Numeri alti nonostante le nuove regole entrate in vigore da febbraio. Il numero più alto si registra nella provincia di Genova con 48 classi in quarantena. Segue il Tigullio (17), il Savonese (16), lo Spezzino (13), e l’Imperiese (9). Le nuove norme prevedono che alle scuole per l’infanzia, dove i bimbi non sono vaccinati, si resterà in presenza fino a quattro casi di positività. Così anche alle elementari: con cinque o più casi di positività nella stessa classe i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo della mascherina ffp2 (sia nel caso dei docenti che degli alunni sopra i 6 anni). Alle scuole medie e superiori con un caso di positività nella stessa classe l’attività didattica prosegue per tutti con l’utilizzo di mascherine ffp2. Con due o più casi di positività i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo di mascherine ffp2.

EMILIA-ROMAGNA

Sono 2.577 i nuovi casi di positività al Coronavirus, individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di circa 20mila tamponi registrati. Si contano ancora tredici morti, fra i quali un uomo di 57 anni nel Ferrarese. Con i casi attivi stabili attorno a 28mila (il 96% dei quali in isolamento domiciliare) prosegue il calo dei ricoverati: in terapia intensiva ci sono 62 pazienti (due in meno di ieri), mentre negli altri reparti Covid i degenti sono 1.070 (-23).

TOSCANA

I nuovi casi registrati in Toscana sono 4.134 su 29.480 test di cui 7.401 tamponi molecolari e 22.079 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 14,02% (57,6% sulle prime diagnosi). I dati sono stati diffusi dal presidente dlela Toscana Eugenio Giani. Era dal 15 febbraio che i contagi non superavano i 4.000 casi. Non si ferma dunque il rialzo dei contagi e l’aumento del tasso di positività: ieri erano stati 3.172 i casi su 24.650 test e un’incidenza di nuovi positivi del 12,87% (53,3% sulle prime diagnosi). Il 15 febbraio invece si erano registrati 4.216 contagi ma su 43.440 test, con un tasso di positività del 9,71%.

UMBRIA

Aumenta del 9,7 per cento in un giorno il numero degli attualmente positivi al Covid in Umbria ed è del 18 per cento l’incremento dei nuovi casi. Emerge dai dati giornalieri della Regione aggiornati a giovedì 10 marzo. I nuovi casi emersi sono 1.771 e gli attualmente positivi sono 12.446 (1.102 più di mercoledì). I guariti sono 667 e si registrano altri due decessi, 1.756 in tutto.
In aumento i ricoveri ordinari, oggi 147 (sette in più nell’ultimo giorno), mentre restano fermi a cinque i posti occupati in terapia intensiva. Sono stati analizzati 8.866 test antigenici e 2.685 tamponi molecolari. Il tasso di positività sul totale è pari al 15,33 per cento (17,79 mercoledì).

Made with Flourish

LAZIO

Sono 99.509 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 1.037 ricoverati, 79 in terapia intensiva e 98.393 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 1.008.246 e i morti 10.546 su un totale di 1.118.301 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

MARCHE

In rialzo per il sesto giorno consecutivo nelle Marche l’incidenza di casi di coronavirus ogni 100mila abitanti: nell’ultima giornata ha toccato i 752,03 (ieri 703,07) con i 1.893 positivi rilevati. Tra questi, secondo i dati dell’Osservatorio epidemiologico regionale, ci sono 379 persone con sintomi. I tamponi eseguiti sono 4.543 tra i quali 3.989 nel percorso diagnostico (47,5% di positivi) e 554 nel percorso guariti. I casi comprendono 496 contatti stretti di positivi, 491 contatti domestici, 23 in setting scolastico/formativo, 2 rispettivamente in setting lavorativo, di vita/socialità e assistenziale, 1 in setting sanitario. Su 366 contagi è in corso un approfondimento epidemiologico. Oltre i 600 casi giornalieri in provincia di Ancona (630); seguono per numero assoluto di positivi le province di Macerata (384), Ascoli Piceno (300), Pesaro Urbino (250), Fermo (225); 104 contagiati provenienti da fuori regione. Ancora le fasce d’età 25-44 anni (565) e 45-59 anni (412) quelle che hanno registrato in maggior numero di contagi; poi 14-18 anni (193).

ABRUZZO

Sono 1.223 (di età compresa tra 3 mesi e 102 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza, al netto dei riallineamenti, a 274.496. Dei positivi odierni, 933 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio registra 9 nuovi morti (di età compresa tra 82 e 101 anni, 1 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia dell’Aquila, mentre 6 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl) che portano il totale a 3.015. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 243.231 dimessi/guariti (+35.476 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 28.250(-34.262 rispetto a ieri): nel totale sono ricompresi anche 5.542 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche.

Made with Flourish

MOLISE

CAMPANIA

Sono 5.233 i  nuovi positivi al Covid in Campania su un totale di 32637 test effettuati per un indice di contagio che sale dal 13% fatto registrare ieri al 16% di oggi. Otto le persone decedute cui vanno aggiunte ulteriori cinque decessi risalenti ai giorni scorsi ma registrati solo nelle ultime ore. Prosegue, per contro, il calo dei posti letto occupati in terapia intensiva che da 28 scendono a 26. Sempre in terapia intensiva i posti letto disponibili sono 631. In calo anche i posti letto di degenza occupati 544 a fronte dei 547 di ieri.

BASILICATA

La task force della Regione Basilicata comunica che nella giornata di ieri, 9 marzo, 94 persone sono state ricoverate per Covid-19: 60 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 34 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 2.923 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 641 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 1.410 guarigioni ma anche 3 decessi relativi a 1 persona residente a Rionero in Vulture, 1 persona residente a Moliterno e 1 persona residente a Cancellara. Inoltre sono state effettuate 687 vaccinazioni. A ieri sono 467.461 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,5 per cento), 439.077 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,4 per cento) e 343.091 (62,0 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.249.653 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

PUGLIA

Oggi in Puglia si registrano altri 4.713 casi di Coronavirus su 27.807 test (17% positività) e 7 morti. I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 1.311, nella provincia Bat 360, in quella di Brindisi 386, nel Foggiano 606, in provincia di Lecce 1.488, nel Tarantino 500.
Sono residenti fuori regione altri 41 contagiati mentre per altre 21 persone positive la provincia di appartenenza è in via di definizione. Delle 76.606 persone attualmente positive 543 sono ricoverate in area non critica e 29 in terapia intensiva.

CALABRIA

Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 2.599 i nuovi contagi registrati (su 12.446 tamponi effettuati), +2.070 guariti e 6 morti (per un totale di 2.164 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +523 attualmente positivi, +9 ricoveri (per un totale di 318) e, infine, +2 terapie intensive (per un totale di 16).
 

SICILIA

SARDEGNA

Oggi in Sardegna si registrano 1.801 ulteriori casi confermati di positività al covid (di cui 1.427
diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 11.051 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 18 (+1), quelli in area medica 313 (-5) e sono 23.320 I casi di isolamento domiciliare (-168). Si registrano due nuove vittime: un uomo di 63 anni, residente nella provincia di Oristano, e un uomo di 94 anni, residente nella città metropolitana di Cagliari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source