Covid Italia, il bollettino del 17 gennaio: 83.403 nuovi casi e 287 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore in Italia ci sono stati 83.403 nuovi casi di coronavirus e 287 morti. Lo riporta il bollettino diramato dal ministero della Salute. I test eseguiti, tra rapidi e molecolari, sono stati 541.298: la positività così scende al 15,4%. Crescono le terapie intensive (+26) e i ricoveri (+509).

VALLE D’AOSTA

Un nuovo decesso e 172 nuovi casi positivi al Covid in Valle d’Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia a oggi a 24.121. I positivi attuali sono 5.996, di cui 5.919 in isolamento domiciliare, 69 ricoverati in ospedale, otto in terapia intensiva. I guariti complessivi salgono a 17.629, +207 rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 120.021 mentre i tamponi effettuati sono 400.624. Con il decesso registrato oggi salgono a 496 le persone decedute in Val d’Aosta e risultate positive al Covid da inizio epidemia ad oggi.

TRENTINO

Sono 4 i decessi per covid registrati in Trentino nelle ultime 24 ore: si tratta di persone tra gli 82 ed i 96 anni, tutti con patologie pregresse; 3 di loro non erano coperte da vaccino. Quanto ai contagi, ieri poco meno di 5.000 tamponi hanno individuato altri 885 nuovi positivi. Intanto crescono i ricoveri in ospedale: ieri ce ne sono stati 16 e le dimissioni appena 2; il totale dei pazienti covid pertanto è di 158, con 21 casi costretti alle cure intensive. Nel dettaglio, ieri sono stati riscontrati altri 65 casi positivi al molecolare (su 973 test effettuati) e 820 all’antigenico (su 3.895 test effettuati). I molecolari hanno confermato anche 191 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Ieri le classi in quarantena erano 159. Le vaccinazioni stamattina a sono arrivate a quota 1.076.330, cifra che comprende 402.127 seconde dosi e 232.157 terze dosi.

ALTO ADIGE

Ancora un calo nei nuovi contagi da Covid in Alto Adige, influenzato però dal minor numero di test analizzati nel weekend. Sono infatti 1.347 i casi positivi registrati nelle ultime 24 ore, a fronte però di poco più di 8mila tamponi. 181 le positività ai tamponi molecolari (su 1.169 test) e 1.166 quelle ai test antigenici (su 7.186). I dati sono riportati nel bollettino quotidiano dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige. Due le vittime: si tratta di due donne, entrambe ultraottantenni. Il totale dei morti dall’inizio della pandemia sale così a 1.331. Nell’ultimo aggiornamento si contano anche 1.258 guarigioni, mentre sono 25.670 le persone in quarantena o in isolamento domiciliare. Ancora fermi al 16 gennaio i dati sulle ospedalizzazioni: 91 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, 17 quelli in terapia intensiva.

Made with Flourish

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 9.564 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 8.692 dopo test antigenico), pari al 12,8% di 74.657 tamponi eseguiti, di cui 67.239 antigenici. Dei 9.564 nuovi casi gli asintomatici sono 8.108 (84,8%). I ricoverati in terapia intensiva sono 145 (+2 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.062 (+46 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 165.296 I tamponi diagnostici finora processati sono 13.067.753 (+74.657 rispetto a ieri). Sono 22, 3 di oggi, i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.313 deceduti risultati positivi al virus. I pazienti guariti diventano complessivamente 527.684 (+9.334 rispetto a ieri).

VENETO

Il bollettino Covid del Veneto segna oggi un crollo dei contagi, +6.381 in 24 ore, che tuttavia – come ogni lunedì –  risente della ridotta attività di tracciamento nel giorno festivo, solo 50.302 i  tamponi, rispetto alle medie di 120-140.000. Alto ancora il numero dei decessi, 28, per un totale di 12.753 vittime. Il dato complessivo dei positivi da inizio pandemia è invece di 887.888. Crescono i ricoveri ospedalieri, 1.766 (+31) in area medica, e quelli in terapia intensiva, 205 (+7). Le persone attualmente positive sono 256.274 (+  3.332).

LOMBARDIA

Made with Flourish

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.589 tamponi molecolari sono stati rilevati 684 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 12,24%. Sono inoltre 7.242 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 1.073 casi (14,82%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 42 di cui 36 non vaccinate e i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 399.Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d’età più colpita è quella da 0 a 19 anni (24,70%) seguita da 40-49 anni (19,64%), 50-59 anni (18,04%), 30-39 anni (13,72%) e 20-29 (10,19%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 10 persone: una donna di Trieste di 95 anni (deceduta in ospedale), una donna di Sutrio di 93 anni (deceduta in ospedale), un uomo di 93 anni di Udine (deceduto in ospedale), una donna di Gorizia di 92 anni (deceduta in ospedale), un uomo di 90 anni di Lestizza (deceduto in ospedale), una donna di 88 anni di Maniago (deceduta in ospedale), un uomo di 88 anni di Sacile (deceduto in ospedale), una donna di 81 anni di Udine (deceduta in ospedale), un uomo di 77 anni di Udine (deceduto in ospedale) e un uomo di 75 anni di Trieste (deceduto in ospedale). I decessi complessivamente ammontano a 4.355. I totalmente guariti sono 155.525, i clinicamente guariti 674, mentre le persone in isolamento sono 48.860. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 209.855 persone. Il totale dei positivi è stato ridotto di 4 unità a seguito di altrettanti tamponi molecolari negativi dopo il test antigenico positivo (un caso nel pordenonese, tre nell’area udinese).

LIGURIA

Sono 2496 i nuovi positivi al covid oggi in Liguria a fronte di 12126 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi eseguiti nelle ultime 24 ore. Il bollettino regionale odierno della task force per l’emergenza aggiorna anche sulla situazione negli ospedali sono ad oggi 766 i pazienti ricoverati, 28 più di ieri, di cui 42 in terapia intensiva. Su questi 31 non sono vaccinati. Un decesso registrato, i vaccini effettuati nell’ultima giornata sono in tutto 8187.

EMILIA-ROMAGNA

Continuano a salire i ricoveri Covid in Emilia-Romagna, con oltre sessanta pazienti in più nei reparti dedicati, e sale ancora il numero delle vittime, con altri 22 morti riportati oggi dal bollettino della Regione, tra cui – i più giovani – una 54enne nel Bolognese e una 56enne nel Ravennate. I nuovi contagi oggi sono 11.189 su oltre 38mila tamponi. I casi attivi  sono complessivamente 311.690 (+8.301), di cui il 99,2% in isolamento a casa. La situazione negli ospedali: nelle terapie intensive il numero di pazienti è invariato rispetto a ieri (149), di cui 95 non sono vaccinati. Negli altri reparti Covid ci sono sono 2.456 persone (+62 rispetto a ieri), età media 69,5 anni. 

Made with Flourish

TOSCANA

Sono tredici – tre donne e dieci uomini con un’età media di 72,1 anni – le persone decedute a causa del Covid in Toscana nelle ultime 24 ore. Il totale dei decessi in regione dall’inizio della pandemia sale a 7.863. I casi comp0lessivi di positività al Covid in Toscana sono 587.041. L’età media dei 5.626 nuovi positivi è di 35 anni circa. I guariti, che oggi sono 5.086 in più rispetto a ieri, sono in totale 400.407, che rappresentano il 68,2% dei casi totali. Gli attualmente positivi sono oggi 178.771, +0,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.441 (73 in più rispetto a ieri), di cui 138 in terapia intensiva (11 in più). Complessivamente, 177.330 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (254 in più rispetto a ieri, più 0,1%). Sono 27.519 (2.358 in più rispetto a ieri, più 9,4%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

UMBRIA

Altri 1.777 guariti dal Covid nelle ultime 24 ore in Umbria: emerge dai dati giornalieri della Regione aggiornati a lunedì 17.
I nuovi casi di positività accertati sono 774, emersi dall’analisi di 6.711 test antigenici e 541 tamponi molecolari, con un tasso di positività sul totale pari a 10,67 per cento (era 8,2 per cento lunedì della scorsa settimana). Si registrano altri due morti, 1.562 in tutto dall’inizio della pandemia e gli attualmente positivi, 27.680, sono ancora in calo, del 3,5 per cento.
I posti occupati nelle terapie intensive sono ancora fermi a 12, mentre si registrano due ricoveri ordinari in meno, oggi 228.

LAZIO

Oggi nel Lazio su 14.756 tamponi molecolari e 37.780 tamponi antigenici per un totale di 52.536 tamponi, si registrano 6.447 nuovi casi positivi (-6.547), sono 17 i decessi (+11), 1.789 i ricoverati (+41), 204 le terapie intensive ( = ) e +5.102 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 12,2%. I casi a Roma città sono a quota 3.733. Lo rende noto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, che rileva come i casi siano 3 mila in meno “rispetto al lunedì precedente. E’ la riduzione più significativa delle ultime settimane”.

MARCHE

Oltre 2.000 Contagi sono stati rilevati. Nelle marche nelle ultime 24 ore. Il servizio sanità della regione comunica che a fronte di 5.872 Tamponi testati, di cui 4.955 Nel percorso ‘nuove diagnosì e 877 nel percorso ‘guariti’, sono stati registrati 2.012 Nuovi casi. Il tasso di positività sale dal 34,7% al 40,3% così come quello di incidenza cumulativo ogni 100.000 Abitanti passa da 1.459 A 1.919. Ad ancona i positivi sono 622, a pesaro urbino 445, a macerata 370, ad ascoli piceno 306, a fermo 179 mentre sono 90 quelli provenienti da fuori regione. Tra i contagiati 594 rientrano nella fascia zero-18 anni (29,5% del totale) e 1.061 In quella 25-59 (52,7%). Infine tra i pazienti ricoveri in ospedale i non vaccinati rappresentano il 73% nelle terapie intensive ed il 68% in area medica.

ABRUZZO

Sale a 2.705 il bilancio dei pazienti deceduti in Abruzzo che registra 6 nuovi casi, di età compresa tra 64 e 91 anni. Si tratta di 2 persone della provincia dell’Aquila, 2 dell’area teatina, una in provincia di Teramo e una residenza fuori regione. Sono 723 i guariti dal virus e 1.527 i nuovi positivi al Covid 19 registrati oggi in regione che portano il totale dall’inizio dell’emergenza, al netto dei riallineamenti, a 167.963 contagi. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 95.384 dimessi e guariti. Dei positivi odierni, 852 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 69.874, da ieri 796 in più. Sono 398 pazienti (12 in più rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 35 (3 in meno rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 69.441 sono in isolamento domiciliare, 787 in più con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 3.300 tamponi molecolari (1.831.745 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 12.307 test antigenici (2.290.987 in totale nel corso della pandemia). Il tasso di positività è pari a 9.78 per cento.

MOLISE

CAMPANIA

Sono 9.370 i nuovi casi di contagio registrati in Campania nelle ultime 24 ore di cui 5.039 positivi all’antigenico, 4.331 positivi al molecolare. Lo rende noto l’unità di crisi della Regione Campania. Sono in totale 53.819 i tamponi processati di cui 31.537 antigenici, 22.282 molecolari. Sono 31 i deceduti di cui 25 nelle ultime 48 ore, 6 nelle ore precedenti ma registrati ieri. Sono 92 i posti letto occupati in terapia intensiva (699 il totale dei disponibili); 1.311 i posti letto di degenza occupati (3.160 il totale dei disponibili).

BASILICATA

Sono 145 i positivi al covid in Basilicata su 618 tamponi molecolari processati ieri 16 gennaio. Nella stessa giornata si sono registrate 276 guarigioni e cinque decessi. In totale sono 90 le persone ricoverate, di cui due in terapia intensiva. È quanto riportato dal bollettino odierno della task force della regione.

PUGLIA

Sono 6.652 i nuovi casi di coronavirus in Puglia, il 13,2% dei 50.360 test giornalieri registrati (ieri l’incidenza era al 15,3%). C’è stata una vittima. Le persone attualmente positive sono 123.755 e di queste  615 sono ricoverate in area non critica (ieri erano 593) e 63 in terapia intensiva (ieri erano 61). La provincia più colpita è ancora quella di Bari con 2.636
nuovi casi. Seguono la provincia di Lecce con 1.318 casi, Foggia con 874; la Bat con 621; Brindisi con 566 e Taranto con 563. I residenti fuori regione sono 50 e 24 di province in via di definizione. Complessivamente sono 440.403 i casi totali, 309.584 le persone guarite e 7.064 le persone decedute.

CALABRIA

Le persone risultate positive al Covid, in Calabria, sono aumentate di 1.693 unità rispetto a ieri. E’ quanto si legge nel bollettino quotidiano della Regione. Otto i decessi registrati nelle ultime 24 ore. In calo i ricoveri in terapia intensiva (-2), ma aumentano quelli in degenza nei reparti (+6). Ieri il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, ha istituito la zona arancione per 12 comuni del Reggino. 

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 1007 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 2579 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 7765 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 (come ieri).I pazienti ricoverati in area medica sono 238 ( 2 in più di ieri ). Lo rende noto la Regione Sardegna precisando che 21.197 sono i casi di isolamento domiciliare (445 in più di ieri). Si registrano sei decessi: tre uomini di 54, 67 e 93 anni, residenti nella provincia del Sud Sardegna, un uomo di 78 anni residente nella provincia di Oristano e due uomini di 82 e 95 anni residenti nella provincia di Sassari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source