Covid Italia, il bollettino del 21 febbraio 2022: 24.408 nuovi casi e 201 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 24.408 nuovi casi di coronavirus e 201 morti. Ieri i nuovi contagi sono stati 42.081, 141 i decessi. Sono 1.321.971 le persone attualmente positive al Covid (-26.376 da ieri) mentre 11.019.298 sono i guariti (+50.659). Sono 12.494.459 le persone che hanno contratto il virus da inizio pandemia.

VALLE D’AOSTA

Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati in Valle d’Aosta 11 nuovi casi positivi al Covid-19 e c’è stato un decesso. Le guarigioni sono state 51. Il numero di attuali contagiati scende a 1.514, di cui 29 ricoverati all’ospedale (quattro in terapia intensiva). Dall’inizio della pandemia le vittime sono 518. E’ quanto si legge nel bollettino sull’emergenza Covid emesso dalla Regione in base ai dati dell’Usl.

TRENTINO

Si registra una nuova vittima per Covid-19 in Trentino: un anziano vaccinato, ma con altre patologie. Lo riporta il bollettino quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento. I nuovi casi sono 141, di cui quattro individuati mediante i tamponi molecolari (su 161 test) e 137 con gli antigenici (a fronte di 1.990 test effettuati). I molecolari hanno confermato anche tre positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. In ospedale sono ricoverate 86 persone (+1), di cui sei in rianimazione. Ieri le classi con sospensione della didattica in presenza erano 17. Le vaccinazioni somministrate sono 1.176.901, di cui 421.926 seconde dosi e 305.970 terze dosi.

ALTO ADIGE

Netto calo dei nuovi casi di covid in Alto Adige, a fronte però di un minor numero di tamponi analizzati. Sono 328 i nuovi contagi risultanti dall’analisi di 255 test pcr (12 quelli positivi) e 3.142 tamponi antigenici (di cui 316 positivi). Dopo le tre vittime di domenica, il bollettino quotidiano dell’azienda sanitaria non segnala nuovi decessi. Il totale dei morti da inizio pandemia resta così fermo a 1.402. Al momento è invariata la situazione negli ospedali: restano 86 i pazienti covid ricoverati nei normali reparti, tre quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore si registrano 844 nuove guarigioni. Le persone in quarantena o isolamento domiciliare sono 8.494.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.047 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 6,3% di 32.562 tamponi eseguiti, di cui 29.317 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 968.465. I ricoverati in terapia intensiva sono 49 (-1 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 1.223 (-44 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 51.141 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 15.405.012 (+32.562 rispetto a ieri). Sono 8, tra i quali 1 di oggi, i decessi di persone con diagnosi di Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti). Il totale diventa quindi 12.956 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 903.126 (+4.014 rispetto a ieri).

VENETO

Sono stati 13.726 i decessi per Covid registrati in Veneto dal 21 febbraio 2020, e il 4 gennaio del 2021 è stato il giorno con il numero di decessi più alto (122). “È stato un incubo, in particolare per chi l’ha vissuta in prima linea. È stata una tragedia che un amministratore non vorrebbe mai vedere. Abbiamo scoperto anche la solidarietà, lo spirito di comunità. Ma non possiamo dimenticare che abbiamo almeno 14.000 persone che hanno perso la vita – ha dichiarato il governatore del Veneto, Luca Zaia, a margine dell’incontro con la stampa a Marghera (Ve). “Siamo l’ottava regione d’Italia per mortalità, rispetto al numero di abitanti, e quella che ha avuto meno morti tra le più colpite”. I guariti totali sono 1.2140.000, e 40.000 i ricoverati su 1.300.000 positivi, per un totale di oltre 27 milioni di tamponi eseguiti.

Made with Flourish

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.806 tamponi molecolari sono stati rilevati 67 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 3,7%. Sono inoltre 2.648 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 219 casi (8,27%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 17, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti calano a 323. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 50-59 anni (18.88%), seguita dalla 30-39 (15.03%) e 40-49 (13.29%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 13 persone: una donna di 93 anni di Latisana (deceduta in ospedale), un uomo di 92 anni di Fiumicello Villa Vicentina (deceduto in ospedale), una donna di 88 anni di Trieste (deceduta in Rsa), un uomo di 84 anni di Trieste (deceduto in Rsa), una donna di 83 anni di Trieste, (deceduta in ospedale), una donna di 82 anni di Pordenone (deceduta in ospedale), una donna di 81 anni di Trieste (deceduta in ospedale), un uomo di 80 anni di Trieste (deceduto in ospedale), un uomo di 79 anni di S. Giorgio della Richinvelda (deceduto in ospedale), una donna di 76 anni di Udine (deceduta in ospedale), un uomo di 76 anni di Majano (deceduto in ospedale), un uomo di 55 anni di Latisana (deceduto in ospedale) e infine un uomo di 51 anni di Rivignano Teor (deceduto in ospedale). I decessi complessivamente sono pari a 4.730. I totalmente guariti sono 273.763, i clinicamente guariti 457, mentre le persone in isolamento risultano essere 24.302. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 303.592 persone.

LIGURIA

Sono 601 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati nell’ultimo bollettino diffuso da Regione Liguria, a fronte di 1.337 tamponi molecolari e 3.203 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 503 pazienti covid, 12 in più di ieri. Di questi, 25 sono in terapia intensiva: 10 di loro non sono vaccinati. Il report non registra nuovi decessi: le vittime del virus, da inizio emergenza, restano 5.055.

EMILIA-ROMAGNA

Sono poco più di duemila (2.111) i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di 12.550 tamponi. Si contano ancora 13 vittime, fra le quali un uomo di 60 anni morto nel Piacentino e una donna di 62 anni nel Ferrarese. Ancora in calo i casi attivi (46.923) con il 96,8% delle persone attualmente positive che sono a casa, perché asintomatiche o perché comunque non necessitano di cure particolare. Risale leggermente, invece, il numero dei ricoverati: in terapia intensiva ci sono infatti 100 pazienti, cinque in più di ieri, 51 dei quali non vaccinati. Negli altri reparti ci sono 1.757 ricoverati (+39).

Made with Flourish

TOSCANA

Sono diciannove – tredici donne e sei uomini con un’età media di 79,5 anni – le persone positive al Covd morte nelle ultime 24 ore in Toscana, dove il numero totale delle vittime dell’epidemia sale a 8.812. I casi complessivi di positività al Covid sono 838.315. L’età media dei 1.316 nuovi positivi odierni è di 35 anni circa (33% ha meno di 20 anni, 20% tra 20 e 39 anni, 28% tra 40 e 59 anni, 13% tra 60 e 79 anni, 6% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 782.994 (93,4% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 46.509, -3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.038 (27 in più rispetto a ieri), di cui 58 in terapia intensiva (1 in meno).

UMBRIA

Continua la discesa dei positivi al covid-19 in Umbria, seppur di poco, e dei ricoveri, di nuovo in calo dopo il lieve aumento registrato ieri. Da registrare altri due morti, che portano a 1.717 il totale delle vittime in Umbria da inizio pandemia. È quanto emerge dai dati giornalieri sull’andamento della pandemia resi noti dalla regione. Sul fronte ospedalizzazioni, si contano al momento 183 ricoverati negli ospedali umbri, tre in meno rispetto a ieri. Di questi, otto si trovano in terapia intensiva, uno in più. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati rilevati 369 nuovi positivi, su un totale di 3.466 test analizzati. Il tasso di positività si attesta al 10,65%. A fronte di 491 guariti, il numero degli attualmente positivi si riduce di 124 unità, raggiungendo quota 11.049.

LAZIO

“Oggi nel Lazio su 8.745 tamponi molecolari e 25.114 tamponi antigenici per un totale di 33.859 tamponi, si registrano 3.121 nuovi casi positivi (-1.796), sono 24 i decessi (+13), 1.683 i ricoverati (+42), 148 le terapie intensive (+1) e +9.452 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,2%. I casi a roma città sono a quota 1.746. I guariti rappresentano il triplo dei casi positivi e roma torna sotto quota due mila. Da giovedì sarà possibile prenotare il vaccino novavax prima e seconda dose a distanza di tre settimane. Dal 1° marzo partiranno le somministrazioni della quarta dose per i soggetti individuati dalla circolare ministeriale, importante che siano trascorsi i 120 giorni dall’ultima somministrazione”. Così l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato. 

MARCHE

Nelle Marche, nelle ultime 24 ore, si registrano 5 morti legate al Covid. Le vittime erano tutte affette da patologie pregresse. Si tratta di una donna di 87 anni di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), una donna di 81 anni di Fabriano (Ancona), un uomo di 81 anni di Fermo, un uomo di 70 di Macerata e un uomo di 76 anni di Barletta, deceduto però all’ospedale di Ancona. Il totale dei morti, da inizio pandemia, sale così a 3.561. Per quel che riguarda i ricoveri, nelle strutture ospedaliere della regione i pazienti assistiti sono complessivamente 303, due in più di ieri. Di questi, 31 (+1) pazienti occupano le terapie intensive, 64 (+2) sono ricoverati in aree di semi intensiva, mentre 208 (-1) sono i ricoverati nei reparti non intensivi. Ancora, sono 194 gli ospiti delle strutture territoriali e 28 i pazienti in pronto soccorso. Sono i dati forniti dall’Osservatorio Epidemiologico regionale.

Made with Flourish

ABRUZZO

Sono 647 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Abruzzo. Del totale, 339 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari (1.451) e tamponi antigenici (4.376), è pari all’11,1%. Si registrano cinque decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 2.927. In lieve calo i ricoveri, che passano dai 457 di ieri ai 454 di oggi.    I nuovi positivi hanno età compresa tra 3 mesi e 95 anni. Gli attualmente positivi sono 91.768 (-1.242): il dato comprende anche 44.321 casi riguardanti pazienti persi al follow up e sui quali sono in corso verifiche. Del totale, 437 pazienti (-3) sono ricoverati in ospedale in area medica e 17 (invariato) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 91.314 (-1.219) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 160.141 (+1.877). Dei cinque guariti, due risalgono ai giorni scorsi ma sono stati comunicati solo ieri dalle Asl, mentre gli altri tre riguardano pazienti di età compresa tra 75 e 88 anni: due in provincia di Chieti e uno in provincia di Teramo. Il totale dei casi accertati dall’inizio dell’emergenza ad oggi sale a 254.83: 54.665 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+117), 70.537 in provincia di Chieti (+158), 59.840 in provincia di Pescara (+139), 62.820 in provincia di Teramo (+209) e 3.371 fuori regione (+8), mentre per 3.603 (+9) sono in corso verifiche sulla provenienza.

MOLISE

CAMPANIA

Sono 2.320 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 19.880 test esaminati.  Il tasso di incidenza è all’11,67%, in discesa rispetto al 12,36 di ieri. Quattordici le vittime nelle ultime 48 ore, cui si aggiungono sette decessi registrati in ritardo dai giorni precedenti. Invariato il numero dei ricoveri in terapia intensiva (55), mentre quelli in degenza risalgono a quota 984 (+13).

BASILICATA

Sono 107 le persone ricoverate per Covid-19 in Basilicata, ieri, 20 febbraio. Un dato in lieve aumento rispetto alle 99 registrate sabato 19 febbraio. Nel dettaglio 60 sono ricoverate all’ospedale San Carlo di Potenza, di cui nessuna in terapia intensiva, e 47 all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 1 in terapia intensiva. Lo comunica la task force regionale che registra, inoltre, 378 nuovi positivi sempre nella giornata di ieri a fronte di 1.960 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19. Nella stessa giornata si sono registrate 331 guarigioni e il decesso di 2 persone: 1 residente a Lavello, 1 residente a Pisticci. Ieri sono state, inoltre, effettuate 1.717 vaccinazioni. A ieri sono 466.777 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,4 per cento), 434.765 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (78,6 per cento) e 332.398 (60,1 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.233.940 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

PUGLIA

Oggi in Puglia si registrano 1.730 nuovi contagi Covid su 19.508 test (8,8% positività) e 8 decessi. I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 438, nella provincia Bat 150, in provincia di Brindisi 123, in quella di Foggia 318, nel Leccese 554 e nel Tarantino 126. Sono residenti fuori regione altri 16 contagiati mentre per altri cinque casi la provincia di appartenenza è in via di definizione. Delle 86.590 persone attualmente positive 733 sono ricoverate in area non critica (ieri 729) e 56 in terapia intensiva (ieri 55).

CALABRIA

Le persone risultate positive al Covid, in Calabria, sono 1.217 in più rispetto a ieri. Lo rende noto la Regione. La percentuale di tamponi positivi è pari al 21,29%. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 6 decessi a causa del coronavirus, 11 ricoveri nei reparti e due in terapia intensiva. 

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna nelle ultime 24 ore si registrano 1043 casi di positività al Covid (erano 976 nella precedente rilevazione), di cui 905 diagnosticati da antigenico Come riporta il consueto bollettino della Regione, sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3493 tamponi per un tasso di positività che sale al 29,8%. Stabile il numero dei ricoveri nei reparti di terapia intensiva, 26, mentre i pazienti ricoverati in area medica sono 370 (+ 1). Le persone in isolamento domiciliare sono 35528 (- 248). Si registrano 5 decessi: un uomo di 88 anni della provincia del Sud Sardegna; un uomo di 85 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari, e tre residenti in provincia di Nuoro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source