Covid italia il bollettino del 27 ottobre 2022: 31.760 nuovi casi e 94 morti

Pubblicità
Pubblicità

Ancora in calo la curva epidemica in Italia. Sono 31.760 i nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, contro i 35.043 di ieri e soprattutto i 40.563 di giovedì scorso.
I tamponi processati sono 205.738 (ieri 216.735) con un tasso di positività che dal 16,2% scende al 15,4%. I decessi sono 94 (ieri 93), per un totale da inizio pandemia di 178.940. Le terapie intensive diminuiscono di 4 unità (ieri -5) e con 27 ingressi del giorno diventano 223 in tutto; i ricoveri invece sono 138 in meno (ieri -87), per un totale di 6.881. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.
 

Covid: vaccini, studi e tutte le news

Gimbe: in calo contagi (-14,4%) e terapie intensive (-8,7%)

Questa settimana in Italia si assiste a una ulteriore discesa dei contagi da Covid-19, pari a -14,4%, tornano a scendere anche le terapie intensive (-8,7%), i ricoveri nei reparti di area medica sono pressocché stabili (+1,6%), mentre i decessi registrano un lieve aumento (+2,8%) rispetto alla settimana precedente. Calano anche i casi attualmente positivi (-8%) e le persone in isolamento domiciliare (-8,1%). E’ quanto rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe nel periodo 19-25 ottobre. “Per la seconda settimana consecutiva – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – si registra un calo dei nuovi casi settimanali: da oltre 275mila della scorsa settimana scendono a quota 236mila, con una media mobile a 7 giorni di quasi 34mila casi al giorno”.

Con vaccinazioni si possono evitare 3mln contagi

Il comitato consultivo contro il covid-19 del ministero della Salute giapponese ha reso noto in un comunicato la stima secondo cui le vaccinazioni sarebbero in grado di evitare almeno tre milioni di contagi nel paese nei prossimi mesi. Secondo la proiezione degli scienziati, che arriva nel pieno di quella che gli esperti definiscono l'”inizio della ottava ondata di infezioni”, il totale di 8,44 milioni di persone che saranno nuovamente infettate dal covid-19 entro febbraio, considerando un tasso di infettività di 1,2, potrebbe essere ridotto a 5,5 milioni se entro dicembre venissero somministrate un milione di dosi di vaccino.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source