Covid Italia, il bollettino del 5 dicembre: 15.021 casi e 43 morti nelle ultime 24 ore

Pubblicità
Pubblicità

VALLE D’AOSTA

Migliora il quadro covid in Valle D’aosta. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 24 nuovi positivi a fronte di 18 guariti. I casi testati nell’ultima giornata sono stati 430, per un totale di 2.780 tamponi effettuati. Gli attuali positivi sono 747, di cui 725 in isolamento domiciliare. Calano i ricoveri: sono 22 totali, due in meno di ieri. Di questi 21 si trovano nei reparti ordinari e uno (ieri erano due) in terapia intensiva.

TRENTINO

ALTO ADIGE

In Alto Adige sono 378 i nuovi casi. Una persona è deceduta per un totale di 1.249 vittime dall’inizio della pandemia, seocndo i dati forniti dall’Azienda sanitaria. Il numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva sono 16, ieri erano 14. A livello provinciale ad oggi sono stati effettuati in totale 736.095 tamponi su 263.996 persone. I pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 93 mentre i ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 71 e quelli in isolamento nelle strutture di Colle Isarco 5. Le persone in isolamento domiciliare sono 10.272 e quelle che hanno lo concluso sono 163.385. Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento sono 173.657. I guariti totali sono 85.441 (+273).

PIEMONTE

VENETO

Nelle ultime 24 ore in Veneto si sono registrati 2.219 nuovi contagi Covid. Le vittime sono 3, dato che porta a 12.003 i decessi a partire dall’inizio della pandemia. Lo riporta il bollettino della Regione Veneto che evidenzia come i casi attualmente positivi siano 38.171. I posti letto occupati nei reparti medici sono 656. Sono invece 123 i pazienti attualmente positivi al covid ricoverati in terapia intensiva.

Made with Flourish

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.117 tamponi molecolari sono stati rilevati 532 nuovi contagi con una percentuale di positività del 10,4%. Sono inoltre 11.782 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 63 casi (0,53%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 5 persone: una donna di 90 anni di Grado deceduta in una struttura per anziani; un uomo di 90 anni di Montereale Valcellina deceduto in ospedale; un uomo di 88 anni di Caneva deceduto in ospedale; un uomo di 82 anni di Muggia deceduto in ospedale e una donna di 78 anni di Trieste deceduta in ospedale. Le persone ricoverate in terapia intensiva risultano  28, mentre i pazienti in altri reparti sono 288. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi evidenziando che “anche oggi, come da settimane, la fascia di popolazione maggiormente colpita dall’infezione risulta essere quella sotto i vent’anni”.

Made with Flourish

LIGURIA

EMILIA-ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia causata dal nuovo coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrate 463.446 casi di positività, 1.707 in più rispetto a ieri, di cui 816 asintomatici, su un totale di 29.952 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi, sul numero di esami effettuati, da ieri è del 5,7%. L’età media dei nuovi contagiati di oggi è di 40,7 anni. Bologna, oggi, è la città con più casi, 398.

Le persone complessivamente guarite sono 600 in più rispetto a ieri e raggiungono le 424.281 unità, mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 25.333 (+1.097). I pazienti ricoverati in Terapia intensiva sono 79 (2 in più rispetto a ieri), mentre sono 728 quelli negli altri reparti Covid (+25). Nelle ultime 24 ore si sono registrati 10 decessi.

TOSCANA

I nuovi casi Covid registrati in Toscana nelle ultime 24 sono sono 669 su 31.887 test di cui 9.682 tamponi molecolari e 22.205 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 2,10% (8,0% sulle prime diagnosi). Questi i dati  diffusi dal presidente della Toscana Eugenio Giani che spiega anche che “i posti letti occupati in terapia intensiva rimangono stabili rispetto a ieri a 49 (8,60% l’indice di saturazione). In area Covid non TI i ricoveri sono 250, +4 rispetto a ieri (4,97% l’indice di saturazione)”.
Riguardo ai contagi, rispetto a ieri sono in calo a fronte di un numero inferiore di tamponi, con un tasso di positività in risalita: nel precedente report i contagi erano stati 677 su 35.186 test e con un’incidenza di nuovi positivi dell’1,92% (6,6% sulle prime diagnosi).

Made with Flourish

UMBRIA

Si mantengono ancora sopra a 100 i nuovi casi Covid in Umbria, 123 nell’ultimo giorno. Risalgono i ricoverati negli ospedali, 50, tre in più, ma scendono a sette, da otto, i posti occupati nelle terapie intensive. Questo il quadro della situazione in Umbria secondo i dati della Regione aggiornati a domenica 5 dicembre. I guariti certificati sono stati 74 mentre non si registrano nuovi morti per il virus. In aumento a 1.837 gli attualmente positivi, 49 in più. Sempre nell’ultimo giorno sono stati analizzati 2.281 tamponi e 9.215 test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari all’uno per cento (era 1,2 sabato e 1,4 venerdì).

LAZIO

Oggi nel Lazio su 14.071 tamponi molecolari e 24.673 tamponi antigenici per un totale di 38.744 test, si registrano 1.549 nuovi casi positivi (-283), due i decessi (-5), 716 i ricoverati (+4), 95 le terapie intensive (+4) e +555 i guariti, secondo l’assessore alla salute della Regione Lazio Alessio D’Amato. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,9%. I casi a roma città sono a quota 702. Per quanto riguarda i vaccini, ieri sono state  effettuate oltre 45 mila somministrazioni ovvero +13 mila rispetto al target e con un incremento del 55% rispetto alla settimana precedente. Rispetto al 5 dicembre dello scorso anno,si registrano 234 casi in meno, 2.359 ricoveri in meno in area medica, 254 in meno in terapia intensiva, 66.792 isolati a domicilio in meno e 30 decessi in meno. “Numeri – spiega D’Amato – che dimostrano l’importanza della vaccinazione”.

MARCHE

Sono 474 i positivi  al Covid rilevati nell’ultima giornata nelle Marche, con un tasso di incidenza cumulativo che risale a 193,48, su 100mila abitanti. Secondo i dati dell’Ossrevatorio Epidemiologico regionale, attualmente nelle terapie intensive il 74% dei pazienti non è vaccinato, il 26 dei degenti è vaccinato, nell’area media il 59% dei pazienti non è vaccinato, il 41% lo è anche con 2 o 3 dosi. Il contagio nelle Marche si diffonde maggiormente nella fascia di età 45-59 anni (113 casi), seguita da quella 25-44 con 105. Sono 58 i casi tra i bambini 6-10 anni, cioè gli alunni della scuole elementari, mentre le fasce di età  tra 11 anni e 18 anni ne totalizzano 68. Tra i 60-69enni ci sono 38 casi, 30 tra i 70-79enni, 15 tra gli 80-89enni, 3 tra i 90enni e oltre. La provincia con il maggior numero di casi, 126, è quella di Pesaro Urbino, seguita da Ancona con 118, Ascoli Piceno con 78, Macerata con 75, Fermo con 56, oltre a 21 casi fuori regione. I 474 nuovi casi rappresentano una positività  del 12% su 3.390 tamponi del percorso diagnostico screening (6.876 il numero complessivo dei tamponi analizzati, oltre a 2.124 test antigenici). I soggetti sintomatici sono 107, i contatti domestici 145, i contatti stretti con postivi 134, i positivi in setting scolastico/formativo sono 9, mentre  sono 66 i casi in fase di approfondimento epidemiologico. Dal 22 novembre si sono prenotati per la terza dose 169.123 marchigiani.

ABRUZZO

 Oggi in Abruzzo 196 nuovi positivi (di età compresa tra 1 e 95 anni), eseguiti 4800 tamponi molecolari e 12565 test antigenici, 1 deceduto (un 53enne della provincia di Teramo), 81460 guariti (+3), 5080 attualmente positivi (+192), 115 ricoverati in area medica (+13), 7 in terapia intensiva (-3), 4958 in isolamento domiciliare (+182). I nuovi positivi, al lordo dei riallineamenti, sono residenti in provincia dell’Aquila (45), Chieti (85), Pescara (24), Teramo (43). E’ quanto riferisce la Regione Abruzzo sulla sua pagina Facebook.
 

MOLISE

CAMPANIA

BASILICATA

In Basilicata su 700 tamponi molecolari processati 59 sono risultati positivi al Covid-19. Mentre sono state 28 le guarigioni secondo i dati forniti dalla task-force regionale. Al momento sono 14 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, nessuna nei reparti di terapia intensiva. E non si registrano nuovi decessi.

PUGLIA

Sono 248 i nuovi casi di Covid registrati oggi in Puglia su 19.343 tamponi eseguiti (tasso di positività dell’1,3%). Non si registrano decessi. I nuovi infetti sono così distribuiti: in provincia di Bari 58, nella Bat 34, in provincia di Brindisi 28, in provincia di Foggia 93, nel Leccese 25, nel Tarantino 10, un residente fuori regione, -1 in provincia in via di definizione. Sono 4.600 le persone attualmente positive, 139 sono ricoverate in area non critica, 21 in terapia intensiva.

CALABRIA

Sono 228 in piu’, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 3.808 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 1.461.414 tamponi, le persone risultate positive al coronavirus sono 94.575 (ieri erano 94.347). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri scende il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 7,03% al 5.99%). Dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 1.507 (+2 rispetto a ieri), i guariti sono 87.751 (+120 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 165, di cui 141 in area medica (+5 rispetto a ieri) e 19 in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 5.317 (+106).

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano 133 ulteriori casi confermati di positività al Covid, in calo rispetto al precedente rilevamento, sulla base di 1.800 persone testate. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.350
tamponi. Il tasso di positività è dell’1,5 per cento. Invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, in tutto 13, aumentano di 5 invece quelli in area medica, per un totale di 77 posti letto occupati da positivi. Infine, sono 2.998  (+81) le persone ancora in isolamento domiciliare.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source