Covid, Locatelli: “Questo Natale maggiore socialità rispetto allo scorso anno”

Pubblicità
Pubblicità

Per il coordinatore Cts, Franco Locatelli il prossimo “sarà un Natale certamente connotato da maggior socialità rispetto a quella dell’anno scorso esattamente”, ha spiegato durante la trasmissione a Mezz’ora in più facendo notare che questo grazie alla migliore situazione italiana. In termini di vaccinazione “cinque punti sopra la Germania e tre punti e mezzo rispetto alla Francia. È chiaro che la strada maestra è questa e dobbiamo continuare a cercare di convincere ancora chi è restio, riluttante o resistente”. E a riprova ci sono i numeri: “Lo scorso anno il 5 novembre c’erano stati 445 decessi contro i 51 di quest’anno nella stessa data, 15,7% positività contro l’1,2% di quest’anno, 25.647 ospedalizzati contro 3.519”.

Terze dosi, 100mila al giorno: “Obiettivo: evitare il lockdown”

Da qui al 31 dicembre sulla proroga dello stato emergenza “passa ancora del tempo” per considerare l’ipotesi, ma o si “firma entro il 31 gennaio o servono provvedimenti legislativi per andare oltre”, ha rimarcato poi  Franco Locatelli. Parlando poi dei farcaci anti-Covid ha voluto mettere in chiaro che “l’efficacia non è certo assoluta e non sostituisce il vaccino” ma “non ho il minimo dubbio che saranno disponibili gratuitamente”.

Le dieci città dove il virus fa più paura

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source