Covid, Rezza: “Con vaccini e misure abbiamo evitato la grande ondata”

Pubblicità
Pubblicità

Per Gianni Rezza, direttore generale della prevenzione al ministero della Salute, in un passaggio del suo intervento al Festival della Scienza Medica di scena a Bologna grazie “alle misure di prevenzione e adesso ai vaccini, abbiamo evitato la grande ondata, quella che avrebbe saturato gli ospedali, li avrebbe congestionati, avrebbe fatto molti morti non solo a causa del Covid direttamente”.

Virus, la campagna per la terza dose. Speranza: “Booster anche ad altre fasce di età”. Locatelli: “Pronti ad acquistare la pillola anti Covid”

L’epidemiologo ha poi sottolineato che “il Green Pass ha come obiettivo quello della riduzione del rischio e di tenere aperte attività e ridurre il rischio di focolai all’interno di queste strutture”. Entrando poi nel dettaglio Rezza ha quindi spiegato che la sua introduzione è avvenuta “non per annullare il rischio ma semplicemente per ridurre il rischio di trasmissione” e che il suo obiettivo era anche di “cercare di riaprire tutte queste attività”, in cui ci può essere maggiore affollamento dai ristoranti, ai caffè, dalle palestre agli hotel, “diminuendo il rischio che avvengano e si manifestino focolai all’interno di queste strutture”.

Contagi, la curva risale. “Terza dose ai 50enni, poi via con i bambini”

Parlando poi di vaccini ha aggiunto che in Italia c’è stata una “campagna vaccinale veramente di successo”, tra i diversi Paesi europei, ad esempio, “siamo andati meglio della Germania”. Facendo notare che “mediamente le coperture sono piuttosto elevate ci avviciniamo al 90% di persone” che hanno fatto “la prima dose”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source