162437610 9638c42e d326 448f 9d4a 25064b776d8c

Covid, Salvini da Draghi alza la posta sulle riaperture e l’aggiornamento dei protocolli di sicurezza

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

162437610 9638c42e d326 448f 9d4a 25064b776d8c

Un ‘aggiornamento’ dei protocolli di sicurezza e il via libera alle riaperture delle attività economiche. Il pressing di Matteo Salvini su Mario Draghi si fa più insistente. Questi gli argomenti al centro dell’incontro tra il leader della Lega e il premier. Un appuntamento iniziato poco dopo le 15 a Palazzo Chigi e annunciato da tempo: “Dopo Pasqua mi vedrò con il presidente del Consiglio e gli chiederò di riaprire dove possibile sulla base di dati scientifici”, aveva ripetuto venerdì scorso. E ora, dopo il lungo braccio di ferro sulle riaperture e il tentativo di mediazione con il premier sul nuovo decreto anti-Covid, il leader della Lega ha visto il capo del governo.

Covid, Salvini insiste sulle riaperture e attacca: “Aprile rosso è sequestro di persona. Speranza? Sono stufo delle scelte ideologiche sulla pelle degli italiani”

“Io mi occupo solo di riaperture di cui parlo dopo l’incontro con il premier”, ha detto il segretario leghista evitando di parlare di Giorgia Meloni sul Copasir, prima di entrare a Palazzo Chigi.

Negli ultimi giorni, la questione “riaperture” ha fatto salire la tensione nella maggioranza. “Tenere chiusi gli italiani dopo Pasqua, anche se la scienza dice che si può riaprire in sicurezza, sarebbe un sequestro di persona”, aveva ribadito Salvini. Aggiungendo: “Con il premier tutto bene, con qualche ministro di sinistra un po’ meno, perché la l’ideologia vale più della scienza”, aveva detto riferendosi a Roberto Speranza e alle misure e restrizioni governative adottate per fronteggiare la pandemia.

Anche Bersani da Draghi

Oggi il premier ha incontrato anche Pierluigi Bersani. Il colloquio è stato chiesto dal leader di Articolo Uno, sulla spinta degli attacchi di Salvini a Roberto Speranza.



Go to Source