Covid, tornano la capienza al 75% negli stadi e i pop corn al cinema. Bocciata l’abolizione del Green Pass dal 1° aprile

Pubblicità
Pubblicità

Si allentano ancora le misure anti Covid. Dal 10 marzo in cinema, teatri e stadi si potrà tornare a consumare cibi e bevande, già da domenica la capienza potrebbe salire al 75% negli impianti sportivi all’aperto e al 60% per quelli al chiuso. Mentre è stato bocciato dai partiti di maggioranza un ordine del giorno di Fratelli d’Italia che chiedeva l’abolizione del Green Pass a partire dal 1° aprile: l’ennesima frizione all’interno del centrodestra.

La strategia per le riaperture

Via il Green Pass, un mese per decidere. “Ma mancano 13 milioni di booster”

Stadi, capienza al 75%, forse già da domenica

L’Aula della Camera ha approvato in via definitiva – con 331 voti favorevoli, 45 no e 3 astenuti – il decreto Covid del Consiglio dei ministri che recava la proroga dello stato di emergenza e le norme del Super Green Pass su cui ieri il governo aveva incassato la fiducia. Appena il testo sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale aumenterà, da subito, la capienza di stadi e palazzetti dello sport. Lo aveva anticipato ieri la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali: “Il decreto in conversione prevede il ripristino della capienza precedente, basterà attendere il voto finale e la pubblicazione in Gazzetta, un’operazione che non dovrebbe richiedere più di due giorni”. Già da domenica, quindi, potrebbe aumentare il numero di spettatori per le partite. L’obiettivo è di procedere per gradi e arrivare, dopo la fine dello stato di emergenza fissata al 31 marzo, al 100% della capienza.

Liberati 4.500 letti in 15 giorni. “Adesso gli ospedali respirano”

Pop corn e bibite al cinema: ok dal 10 marzo

Dal 10 marzo tornano pop corn, bibite e panini al cinema e allo stadio. Il governo ha dato parere favorevole, secondo quanto si apprende, a un emendamento al decreto legge sull’obbligo di vaccinazione appena approvato all’unanimità dalla commissione Affari sociali della Camera. Ad annunciarlo è stato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa che ha spiegato: “Sarà nuovamente possibile consumare cibi e bevande anche in sale teatrali, da concerto, al cinema, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo, in altri locali assimilati e in tutti i luoghi in cui svolgono eventi e competizioni sportive”. E’ una “risposta importante per alcuni dei settori tra i più colpiti – ha aggiunto Costa – Un nuovo segnale di ripartenza”.

Vaccini contro il Covid: le fabbriche mai nate del farmaco italiano. “Noi lasciati senza fondi”

Green Pass, bocciata la proposta di Fdi di abolirlo dal 1° aprile

È stato invece bocciato dai partiti della maggioranza l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia che chiedeva la revoca del Green Pass con lo scadere dello stato di emergenza del 31 marzo. E su Facebook la leader del partito, Giorgia Meloni, se l’è presa con gli alleati del centrodestra che sono al governo: “Incredibile che, mentre altri partiti si dichiarano contrari, alla prova dei fatti si comportino esattamente in maniera opposta, lasciandoci soli a lottare contro questa misura insensata che danneggia la nostra economia e che è inutile per combattere la pandemia. Continueremo a fare la nostra parte affinché venga abolito: non ci fermeremo”, ha scritto. Il riferimento è agli esponenti leghisti che in questi giorni si sono detti favorevoli alla soppressione del Pass a partire da aprile, tra i quali il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, e il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, sulle colonne di Repubblica.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source