095742479 0de736e6 0438 47b0 97eb d944ae53a67c

Crisi di governo, riparte il tavolo di Fico: deadline alle 13. E stasera va da Mattarella

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

095742479 0de736e6 0438 47b0 97eb d944ae53a67c

È iniziata a Montecitorio la seconda giornata dei lavori del tavolo programmatico con i gruppi della maggioranza, convocato dal presidente della Camera Roberto Fico sulla base del mandato esplorativo affidatogli dal capo dello Stato Sergio Mattarella. La tensione resta alta tensione. Ieri i lavori si erano protratti fino alle 21, oggi la deadline è fissata per le ore 13.

Crisi di governo, nel giorno dei tavoli il gioco dei veti rallenta il Conte ter

Matteo Renzi spinge per arrivare al nuovo esecutivo entro la settimana e chiede subito un programma e un documento di sintesi. Propone anche la bicamerale per le riforme guidata dall’opposizione, insiste sul Mes e dice no allo spacchettamento dei ministeri che considererebbe ‘un errore triste’. E Ivan Scalfarotto, parlamentare Iv, questa mattina ad Agorà Rai Tre ha commentato: “Non sono così sicuro che sia certo un Conte ter, stiamo ancora discutendo”. I Cinquestelle, pur sottolineando lo spirito costruttivo di tutti nonostante le “sensibilità diverse”, tuttavia dicono no alle proposte di Iv e rilanciano su reddito di cittadinanza, salario minimo, equo compenso e una riforma elettorale che reintroduca le preferenze. Fico questa mattina ha riaperto il tavolo di confronto nella Sala della Lupa e cerca la quadra per poter tornare già in serata al Quirinale con un’indicazione chiara. In extremis chiederà altre ore di tempo al capo dello Stato ma l’obiettivo rimane chiudere (sempre che le posizioni siano conciliabili) in fretta. Mattarella chiede continuità d’azione per i ministeri cui fanno capo crisi sanitaria e Recovery.

Crisi di governo, Severino e Cartabia: nel totoministri spunta la “quota Conte”

La giornata in diretta.

Ore 10.06. Scalfarotto: “Non sono sicuro che ci sarà un Conte ter”

“Non sono così sicuro che sia certo un Conte ter, stiamo ancora discutendo”. Queste le parole di Ivan Scalfarotto, parlamentare di Italia Viva, ad Agorà Rai Tre, sulle trattative per la formazione del nuovo governo.

Ore 10.01. Scalfarotto: “Nelle trattative nessun nome, neanche Boschi”

“Non c’è nessun nome, quindi non c’è neanche quello della Boschi. Mi pare evidente”. Queste le parole di Ivan Scalfarotto, parlamentare di Italia Viva, ospite ad Agorà Rai Tre, sulle trattative per la formazione del nuovo governo.

Ore 9.59. Salvini: “Si metteranno d’accordo con qualche ministero in più o in meno”

“Penso che alla fine si metteranno d’accordo, con qualche ministero in più o in meno, con tutti che andranno in tv a dire di aver vinto, con qualche virgola in più, e gli italiani hanno perso mesi”. Lo dice Matteo Salvini, a SkyStart, facendo così la sua previsione sull’esito della crisi di governo. “Noi – assicura – continueremo a fare il nostro lavoro”.

Ore 9.43. Bellanova: “La discussione al tavolo non è solo con Italia Viva”

“La discussione al tavolo non è solo con Italia Viva”. Così Teresa Bellanova, ai microfoni di Omnibus, su La7. “So che ieri c’è stata già una discussione importante, se ci sarà bisogno di qualche ora in più non credo questo sarà un problema”, sottolinea Bellanova.

Ore 9.17. Riprendono i lavori del tavolo programmatico

Al via i lavori della seconda giornata del tavolo programmatico di iniziativa del presidente della Camera Roberto Fico sulla base del mandato esplorativo da lui ricevuto dal presidente della Repubblica. Nella giornata di ieri i lavori si erano protratti fino alle 21.



Go to Source