Crisi Ucraina Russia, il discorso di Zelensky al Parlamento Europeo; “La Russia compie crimini di guerra. Provateci che siete con noi”

Pubblicità
Pubblicità

“La Russia sta compiendo crimini di guerra”: è l’accusa, terribile, che Volodymyr Zelensky ha pronunciato nel corso del suo drammatico videointervento tenutosi oggi poco dopo mezzogiorno e mezza alla plenaria straordinaria del Parlamento europeo riunita a Bruxelles.

Vestito con una t-shirt verde militare e con al fianco la bandiera ucraina, da una località segreta ha puntato il dito: “L’attacco a Khariv è l’azione di ‘uno stato terrorista’, che nessuno perdonerà né dimenticherà. Sapevamo che ci sarebbe stato un prezzo da pagare, ma la tragedia che stiamo vivendo è immane”. Per poi aggiungere, orgoglioso: “Nessuno ci piegherà, siamo forti”. Appellandosi ai membri del Parlamoento Europeo: “Vogliamo entrare a pari diritti dell’Ue. Stiamo dimostrando a tutti che questo è quello che siamo. E vorrei sentire da parte vostra che la scelta dell’Ucraina verso l’Europa sarà incoraggiata”, ha detto chiaro. “La nostra gente è motivata, stiamo combattendo per i nostri diritti, la nostra libertà e ora anche per la nostra sopravvivenza. Ma anche per essere membri alla pari dell’Europa e credo che oggi stiamo mostrando a tutti che l’Ue sarà molto più forte con noi. Provateci che siete con l’Ucraina”.

Bombe a grappolo, Mosca accusata di usarle. Ecco perché

Un discorso drammatico, il suo, dove ripercorre le ultime, tremende ore che la popolazione ha vissuto: “Putin parla di operazioni contro le infrastrutture militari, ma sono i bambini a morire. Ieri ne ha uccisi 16 con i suoi missili. Non riesco a dire buongiorno o buonasera, perché ogni giorno per qualcuno può essere l’ultimo giorno. Parlo dei cittadini ucraini che difendono la libertà a caro prezzo”.

Il president ucraino si è detto comunque speranzoso: “Oggi diamo la nostra vita per i valori, la libertà, il desiderio di essere liberi. Stiamo rinunciando a persone migliori, quelle più coraggiose”. Agginugendo: “Gli ucraini sono incredibili e sono convinto che supereremo tutto. La vita prevarrà sulla morte, la luce prevarrà sulle tenebre. Gloria all’Ucraina”. Alla conclusione del suo intervento tutta la Plenaria lo ha applaudito, in piedi.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source