CulturaEmergenza Coronavirus Cerruti Pausa tra un atto e laltro necessaria ma serve sostegno al comparto

Cultura/Emergenza Coronavirus Cerruti: “Pausa tra un atto e l’altro necessaria ma serve sostegno al comparto”

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Condividi:

27 ottobre 2020

(Roma, 27 ottobre 2020) – Roma, 27 ottobre 2020 – “L’aggravarsi della situazione epidemiologica pone al primo posto la tutela della salute e la sicurezza di tutti i cittadini. È pertanto fondamentale richiamare tutti gli interlocutori a un forte senso di responsabilità” – ha commentato Sergio Cerruti, Presidente di AFI, Vicepresidente di Confindustria Cultura e neo-eletto Presidente del Gruppo Media di Assolombarda.
“Si tratta di misure severe, ma dovute. Ricordiamoci che il mondo della cultura, della musica, dell’arte non si ferma oggi, si tratta piuttosto di una pausa necessaria tra un atto e l’altro, ma lo spettacolo continua” – ha aggiunto Sergio Cerruti.
“Apprezziamo, l’interesse da parte del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nei confronti del nostro settore ed è evidente la necessità di interventi per prevedere ed evitare il verificarsi di danni ulteriori all’intera collettività. Confidiamo, tuttavia, in un provvedimento immediato a sostegno di un comparto, quale quello della cultura e della musica – da mesi sottoposto a una dura prova di resistenza – che dia reale supporto e respiro alle imprese, ma soprattutto agli artisti e ai lavoratori che lo compongono.”
AFI – Associazione Fonografici Italiani, la storica associazione, nata nel 1948 con lo scopo di rappresentare il movimento musicale nei principali eventi italiani e all’estero, si caratterizza per la centralità del proprio ruolo a difesa della cultura musicale italiana. Guidata dal Presidente Sergio Cerruti, AFI rappresenta le Piccole e Medie Imprese di produttori discografici indipendenti. Tra gli obiettivi perseguiti dall’associazione, in via prioritaria, si annovera la tutela e la ripartizione dei proventi legati alla fruizione dei brani musicali (video e altri supporti trasmessi da radio, televisioni e locali pubblici), nonché all’utilizzo di musica d’ambiente. AFI opera, altresì, a garanzia dell’equo compenso per la riproduzione di copia privata per uso personale e negozia accordi e convenzioni finalizzati alla corretta ricezione dei corrispettivi per l’utilizzo di nastri base playback.
Per informazioni
UTOPIA – Media relations e relazioni istituzionali AFI
Rossella D’Alessandro, Vanessa Gloria
Mob. +39 340 5938304 – +39 347 7679929
Ph. +39 06 97790306
Mailto.



Go to Source