Da Genova a Catania, paura in Italia per le scosse di terremoto

Pubblicità
Pubblicità

Paura per il terremoto che da Catania a Genova oggi ha fatto tremare l’Italia.

Le ultime due scosse sono state registrate a pochi minuti di distanza sull’Appennino Tosco Emiliano. La prima, secondo le rilevazioni dell’Ingv, di magnitudo 3.8 è avvenuta alle 17.47 a Pievepelago (Modena). Due minuti dopo la terra ha tremato a Fosciandora (Lucca) con una scossa di magnitudo 3.2 a cui è seguita una terza di magnitudo 2 alle 17.50.

Un’altra scossa di magnitudo 4.1 è stata registrata alle 15.39 a Bargagli, a 11 chilometri da Genova.

Un sisma è stato registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia anche in provincia di Ascoli Piceno, alle ore 12.24 con magnitudo 4.1. La scossa è stata seguita ad un minuto di distanza, alle 12.25, da un ulteriore evento di magnitudo 3.6.

Infine una prima scossa di magnitudo 3.6 si è verificata alle 4:21 in provincia di Catania. Il sisma, di magnitudo 3.6, ha avuto origine a quattro chilometri da Paternò, a una profondità di dieci chilometri.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source