193103360 4d2fd605 e11a 4401 8430 56522414ba92

Dal governo via libera alla nuova Agenzia nazionale per la cybersicurezza

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

193103360 4d2fd605 e11a 4401 8430 56522414ba92

Ora l’Italia ha la sua Agenzia nazionale per la Cybersicurezza. Ad istituirla è stato oggi pomeriggio il consiglio dei ministri, che ha dato il via libera alla nuova Acn dopo aver esaminato i 19 articoli della bozza del decreto. L’agenzia, si legge nel provvedimento del Cdm, viene “istituita a tutela degli interessi nazionali nel campo della cybersicurezza, anche ai fini della tutela della sicurezza nazionale nello spazio cibernetico”.

L’Agenzia per la cybersicurezza nazionale pronta al debutto. Si parte con 300 dipendenti

La nuova agenzia, si legge nel decreto “assicura, nel rispetto delle competenze attribuite dalla normativa vigente ad altre amministrazioni, il coordinamento tra i soggetti pubblici coinvolti in materia di cybersicurezza a livello nazionale”. Inoltre, compito dell’Acn sarà la predisposizione della “strategia nazionale di cybersicurezza” e assumerà “tutte le funzioni in materia già attribuite dalle disposizioni vigenti al ministero dello sviluppo economico”.

Per il posto di direttore dell’agenzia (che durerà in carica 4 anni) il candidato favorito è Roberto Baldoni, docente alla Sapienza di Roma e vice direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), negli ultimi anni si è occupato di difesa cibernetica, dando attuazione alle direttive della Ue in materia. Altro nome che ancora circola è quello di Nunzia Ciardi, direttrice della Polizia Postale.

Cybersicurezza, Baldoni verso la direzione dell’Agenzia Nazionale



Go to Source