Dal Quirinale alla ‘costruzione dal basso’: il ritorno (al passato) di Berlusconi

Pubblicità
Pubblicità

Poteva ancora costruire l’Italia dall’alto, invece se la prende con la costruzione dal basso (portiere/difensore/mediano/portiere). Dopo avere sfiorato, almeno nella sua mente, il Quirinale, l’inossidabile Silvio Berlusconi è tornato all’eterno amore, il calcio, scelto in un sabato di sole per la prima uscita pubblica dopo il ricovero all’ospedale San Raffaele. Calzando uno sfolgorante borsalino Rosso, con accanto la fidanzata Marta Fascina, l’eterno Adriano Galliani e il fratello Paolo, l’ex presidente del Milan e attuale presidente del Monza quinto in classifica in B si è esibito in una conferenza stampa d’altri tempi, perché davvero per lui quel tempo si è fermato.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source