Davide Casaleggio fatto fuori dal M5s? Un retroscena devastante: “I grillini stanno preparando una legge…”

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

17 agosto 2020

Il Movimento 5 Stelle  sta cancellando tutti o quasi i tabù del passato e non può più tornare indietro, ai tempi d’oro del movimentismo ribelle, quando era fieramente lontano dalle poltrone e dalle alchimie di potere. L’ultimo tassello, o comunque il più ingombrante, perché i 5 Stelle diventino davvero un partito come tanti, meglio o peggio di altri, si chiama Davide Casaleggio. Il figlio del fondatore della piattaforma Rousseau non può più contare sulla protezione di Beppe Grillo. Messo nell’angolo  negli ultimi giorni è partito al contrattacco, lanciando “Le Olimpiadi delle idee” indette per il 4 ottobre, poco dopo le prime Regionali e subito prima, si immagina, dei fantomatici Stati Generali, sempre annunciati, scrive il Corriere della Sera, e mai fissati dal capo politico Vito Crimi..

Inoltre è partita la controffensiva di un gruppo consistente di parlamentari che non ha più intenzione di pagare le 300 euro al mese all’associazione Rousseau. Ma la morosità è un pretesto, quello che si vuole davvero è scardinare il catenaccio che lega Casaleggio al Movimento, attraverso l’associazione e la piattaforma, e riconnettere i 5 Stelle con una nuova associazione o fondazione.  C’è chi sta lavorando, all’interno del Movimento,  per togliere a Casaleggio il suo potere per legge. Addirittura, con un emendamento che molti avrebbero voluto inserire già nel decreto semplificazioni. “Basta sancire un principio – racconta un deputato – e cioè che la tutela della privacy dei dati forniti dagli iscritti ai partiti deve essere garantita dagli organi statutari”. Non da un’associazione esterna che fornisce una piattaforma web. 

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi