Dazn rimborserà 442 mila abbonati dopo il black out di Inter-Napoli

Pubblicità
Pubblicità

ROMA – “Chi paga per un servizio, ha il diritto di pretendere qualità ed efficienza. Quando questo non avviene, spesso interviene AgCom come Autorità garante nel campo delle telecomunicazioni. Se a breve verranno rimborsati oltre 442.000 utenti che hanno avuto problemi di segnale durante le partite Inter-Napoli e Udinese-Empoli è perché AgCom aveva già stabilito regole precise con due delibere ad hoc”.

Lo sottolinea il commissario dell’AgCom, Massimiliano Capitanio, in un post su Linkedin. “AgCom – si legge – chiederà una relazione dettagliata sull’esito di questa vicenda per assicurarsi che i rimborsi arrivino effettivamente a tutti i cittadini che hanno perso fino a 15 minuti delle partite contestate”.

I parametri di qualità

E ancora: “Dazn ha annunciato che i rimborsi saranno automatici e andranno a risarcire un numero di abbonati maggiore rispetto a quanto previsto dalla Delibera AgCom 17/22/Cons che impone obblighi di rimborso in caso di mancato rispetto di determinati parametri di qualità del servizio“.

“Sempre grazie al lavoro dell’Autorità, Dazn si era recentemente impegnata a implementare il servizi clienti attraverso WhatsApp o attraverso il classico Call Center. Chi volesse ulteriori informazioni sul rimborso (che sarà pari a un quarto dell’abbonamento mensile) potrà contattare la Società attraverso questi canali”, sottolinea il commissario.

Il ConciliaWeb

Continua Capitanio: “Se le cose non dovessero andare in questa direzione gli utenti possono comunque sempre usufruire del servizio gratuito dell’Autorità ConciliaWeb per trovare un giusto accordo con la società. Il servizio, che è di estrema utilità e concretezza, è naturalmente a disposizione per un ampio ventaglio di controversie con operatori telefonici o tlc in genere, e non solo”.

“Ad ogni modo – conclude Capitanio – l’AgCom nel suo esercizio dei poteri di vigilanza monitorerà su entità e modalità dell’indennizzo automatico promesso da Dazn, nonché sui criteri di individuazione dell’utenza interessata”.

“Oltre agli indennizzi è importante sottolineare che Dazn ha annunciato una modifica dell’attuale assetto organizzativo di Gruppo con la creazione in Italia di una struttura operativa Noc (Network Operations Center) per monitorare la qualità del servizio e agire in modo ancora più tempestivo per risolvere eventuali problematiche tecniche. AgCom c’è. Per questo, e per molto altro”.

Disservizi Dazn, Abodi: “L’azienda garantisce interventi, valuteremo nei prossimi giorni”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *