180522569 a82488e5 8ce0 4ed5 abf0 190edf10228d

Ddl Zan, tensione al presidio contro la legge anti-omofobia a Milano. In piazza anche Salvini

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

180522569 a82488e5 8ce0 4ed5 abf0 190edf10228d

Momenti di tensione, spintoni e qualche manganellata oggi pomeriggio a Milano fra la Polizia e un gruppo di manifestanti intervenuti in piazza del Duomo per protestare contro un’iniziativa anti-ddl Zan. Il presidio comizio era stato organizzato da Associazione ProVita e Famiglia con il titolo ‘Restiamo liberi’ e fra la gente, a sorpresa, è arrivato anche il leader della Lega Matteo Salvini. I contro-manifestanti, appartenenti ad associazioni studentesche come Rete degli Studenti e Tsunami, si sono presentati attorno alle 16 al grido ‘Vergogna vergogna, ddl Zan subito’.

Omofobia, momenti di tensione in piazza Duomo tra manifestanti Pro Vita e sostenitori del Ddl Zan

 Momenti di tensione a Milano fra la polizia e un gruppo di manifestanti intervenuti in piazza del Duomo per protestare contro un’iniziativa anti-ddl Zan. Il presidio comizio era stato organizzato da Associazione ProVita e Famiglia con il titolo ‘Restiamo liberi’ e fra la gente, a sorpresa, aveva partecipato anche il leader della Lega Matteo Salvini. I contro-manifestanti, appartenenti ad associazioni studentesche come Rete degli Studenti e Tsunami, si sono presentati attorno alle 16 al grido ‘Vergogna vergogna, ddl Zan subito’.

La Polizia è intervenuta per tenere i due gruppi separati anche con qualche manganellata nei confronti degli studenti che si sono poi spostati verso Piazza Fontana, dove poi si sono fermati per un sit in pacifico.Attimi di tensione alla manifestazione di piazza duomo contro il Ddl Zan. Un gruppo di ragazzi dei centri sociali è arrivato da piazza Diaz con bandiere arcobaleno, fumogeni e striscioni con la scritta: ‘Ddl Zan subito’. La tensione è aumentata quando i manifestanti hanno cominciato ad urlare insulti contro il segretario della Lega Matteo Salvini e il senatore leghista Simone Pillon, presenti in piazza. Le forze dell’ordine sono intervenute per tenere a distanza le due piazze. La tensione è però durata poco e i manifestanti sono stati avviati fuori in direzione piazza Fontana. In piazza sono anche spuntate bandiere monarchiche.
 

La Polizia è intervenuta per tenere i due gruppi separati anche con qualche manganellata nei confronti degli studenti che si sono poi spostati verso Piazza Fontana, dove poi si sono fermati per un sit in pacifico. I contro manifestanti erano poco meno di un centinaio, circa mille gli attivisti delle associazioni che hanno partecipato al presidio contro il Ddl Zan.

Dopo essersi messo da un lato della piazza con uno striscione e dei fumogeni, scandendo degli slogan contro i manifestanti, il gruppo di studenti, come ha spiegato una di loro, si stava muovendo per lasciare la piazza “ma la Polizia in tenuta anti sommossa ci ha spintonati con gli scudi e alcuni di noi sono stati manganellati. Un ragazzo sulla fronte e un altro ragazzo sul ginocchio”. Dopo il momento di tensione con le forze dell’ordine gli studenti hanno inscenato una specie di sit-in e, quando la situazione si è calmata, hanno lasciato piazza del Duomo. Anche i manifestanti che erano in piazza contro il Ddl Zan, conclusa la manifestazione, stanno lasciando piazza del Duomo.



Go to Source