Decine di incendi nel Palermitano: cenere sui balconi, fiamme su Portella della Ginestra

Pubblicità
Pubblicità

Decine di incendi sono stati appiccati in provincia di Palermo. I roghi, complice la temperatura elevata, sono divampati a Caccamo, Valledolmo, Borgetto, Palazzo Adriano, Prizzi, Monreale, Bagheria, Partinico, Casteldaccia, lungo l’autostrada Palermo – Mazara del Vallo tra via Belgio e Tommaso Natale. In alcune zone del capoluogo i balconi sono stati ricoperti di cenere.  Nella zona dello Jato è stato appiccato un rogo lungo la strada provinciale 34 tra Piana degli Albanesi e San Giuseppe Jato. In fiamme Portella della Ginestra, la località del comune di Piana degli Albanesi che fu teatro della strage dei contadini uccisi dal bandito Giuliano il Primo maggio del 1947. In azione le squadre della forestale, i vigili del fuoco e la protezione civile, un canadair e un elicottero. “Si consiglia di evitare la percorrenza della strada provinciale 34 Piana-San Giuseppe Jato a causa dell’incendio – dice il sindaco Rosario Petta – Percorrete strade alternative”. In quella zona il fuoco è partito da cinque punti diversi.

Fiamme a Portella della Ginestra, interviene un canadair

Il sindaco di Enna: “Denunciate i criminali”

“Il mio appello va ai cittadini, affinché se qualcuno ha visto qualcosa sulla natura dolosa degli incendi parli e denunci, per assicurare alla giustizia questi criminali che stanno mettendo a repentaglio le nostre vite”, così il sindaco di Enna, Maurizio Dipietro, al termine della riunione in Prefettura del Centro coordinamento soccorsi, richiesta ieri dal Comune, dopo l’incendio che ha colpito il capoluogo. Distrutte le pendici della città che già dalle prossime piogge potrebbe fare i conti con frane e caduta massi.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source