224141669 e12abcbf 51b3 481b 88af acc21efaa338

“Dichiarazioni false e fuorvianti”, il tribunale di New York sospende la licenza legale a Rudolph Giuliani

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

224141669 e12abcbf 51b3 481b 88af acc21efaa338

NEW YORK – Una Corte d’appello di New York ha sospeso la licenza legale dell’ex sindaco Rudolph Giuliani dopo che un comitato disciplinare ha stabilito che aveva rilasciato dichiarazioni “false e fuorvianti” sulle elezioni del 2020 in qualità di avvocato personale dell’allora presidente Donald Trump. Nella sua decisione, motivata in 33 pagine e ripresa dal “New York Times“, la Corte afferma che la condotta di Giuliani “ha minacciato l’interesse pubblico e giustifica pertanto la sospensione provvisoria dalla pratica della legge”.

Le bugie di Trump sui brogli costano a Fox News una causa per diffamazione da 2,7 miliardi di dollari

Giuliani, si legge nel testo, ha contribuito a guidare la battaglia legale di Trump contro i risultati elettorali sostenendo “senza fondamento” che il voto è stato pieno di brogli e che le macchine per il voto sono state truccate.

“Troppi crimini”. Un sindaco-sceriffo è la nuova tentazione di New York

“Concludiamo che ci sono prove inconfutabili che il convenuto abbia comunicato dichiarazioni manifestamente false e fuorvianti a tribunali, legislatori e all’opinione pubblica in generale nella sua qualità di avvocato dell’ex presidente Donald Trump e della campagna di Trump in relazione al fallito tentativo di rielezione di Trump nel 2020”, si legge nel documento.

Usa, Cnn: “Ecco la telefonata di Giuliani per incastrare Biden”

Giuliani, sindaco di New York dal 1994 al 2001, fu ammesso all’avvocatura di Stato di New York nel 1969 e da allora ebbe un’importante carriera legale durante la quale ha lavorato nel dipartimento di Giustizia durante la presidenza di Ronald Reagan ed e’ stato nominato procuratore federale a Manhattan nel 1983.

Wiley, Garcia e le altre. New York sogna la sua prima sindaca



Go to Source