Diego: 31 anni, zero patologie pregresse. In pochi giorni il collasso respiratorio: “Carica virale altissima”, terrore a Roma

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

17 ottobre 2020

A Roma gli ospedali sono sotto stress, lo Spallanzani ha occupato il 60-70% ed ha annunciato lo stop ai ricoveri. Intanto destano preoccupazioni le condizioni di una ragazzo di 31 anni di Ostia. Diego Giannella, gestore del pup “Casa Clandestina”, luogo simbolo della movida nella zona di Ostia. Il ragazzo ricoverato allo Spallanzani positivo al Covid è  arrivato al nosocomio fortemente dispnoico, ovvero non riusciva a respirare autonomamente, quello che ha lasciato perplessi i medici è stata la forte carica virale riscontrata. L’uomo, con l’apparato respiratorio collassato, è stato sedato e intubato immediatamente per farlo respirare, e poi portato a fare la tac il cui risultato ha messo in evidenza una polmonite interstiziale da Covid.

Diego non aveva patologie pregresse, in forma ed allenato. Preoccupazione da parte dei familiari, degli amici ma anche dei residenti di Ostia, che temono che si crei un focolaio nella città di mare, visto che il pub gestito dal giovane è un luogo molto frequentato.  “Gli altri dipendenti si sono sottoposti al tampone rapido e sono risultati negativi. Nei giorni di chiusura verrà eseguita la sanificazione del locale”, scrivono i collaboratori di Diego al pub “Casa Clandestina”. 
In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 207 pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2. Di questi, 33 necessitano di terapia intensiva, quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 878. E’ quanto emerge dal bollettino di oggi dell’istituto. 

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi