Digitale terrestre, dal 21 dicembre lo switch-off

Pubblicità
Pubblicità

Passaggio finale per le televisioni degli italiani: il 20 dicembre saluteranno definitivamente lo standard MPEG-2 per passare allo standard MPEG-4.

Un salto anticipato dalla nuova campagna di comunicazione, partita il 4 dicembre, che ha proprio l’obiettivo di ricordare ai cittadini lo switch-off imminente.

Digitale terrestre, cambiano le frequenze dal primo maggio in cinque regioni. Come risintonizzare la tv

La campagna ricorda infatti che, dal 21 dicembre, i canali di tutte le emittenti televisive nazionali e locali saranno visibili soltanto se si è in possesso di TV o decoder in grado di supportare l’alta definizione (HD). Per visualizzare correttamente i programmi – si spiega – potrebbe essere necessario effettuare la risintonizzazione dei propri apparati; qualora, anche dopo aver effettuato la risintonizzazione, persistessero problemi di ricezione o i canali non fossero per nulla visibili, sarà necessario sostituire la propria TV o il proprio decoder con un apparato compatibile con l’HD.

Il processo di cambiamento dello standard è stato graduale, con un’ultima infornata tra il maggio e il giugno scorso: con il passaggio in Campania, Lazio, Liguria, Toscana e Umbria (concluso il 30 giugno) si è allineato tutto il territorio nazionale.

Lo switch-off anticipa il sentiero, determinato in sede europea, che delina per il 2023 il passaggio definitivo al nuovo standard di trasmissione Dvb-T2 con codifica Hevc, che di fatto sostituisce il digitale terrestre come fin qui l’abbiamo conosciuto.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source