‘Diretta’, in 8 minuti la notte folle di un malato raro: “Darth Vader c’è ma non sono io” – il corto in anteprima

Pubblicità
Pubblicità


Andrea ha 17 anni, ama i film, le dirette social e scherza su tutto, affrontando con ironia anche la malattia rara di cui soffre – la sindrome di Ondine – che lo costringe a essere collegato a una macchina per poter respirare quando si addormenta. Ma in una notte insonne, durante una diretta, accade un imprevisto. La notte di ordinaria follia di un malato raro, tra la corsa al pronto soccorso e la richiesta vana di essere condotto al centro di cure palliative dove è seguito, è raccontata in 8 minuti da Andrea sui social e condivisa dai tanti amici virtuali. È la trama del cortometraggio ‘Diretta’, presentato alla Mostra del cinema di Venezia dall’associazione ‘La miglior vita possibile’, regia di Paolo Borraccetti con Marina Massironi e Mirko Artuso. Ispirato a una storia vera, ‘Diretta’ ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle cure palliative pediatriche e dei centri che le garantiscono.

Video La miglior vita possibile

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *