Documenti riservati anche a casa dell’ex vicepresidente Mike Pence: l’Fbi indaga

Pubblicità
Pubblicità

Nella casa in Indiana dell’ex vicepresidente Mike Pence sono stati trovati la settimana scorsa documenti riservati. Lo ha affermato l’avvocato di Pence, Greg Jacob, in una lettera inviata agli Archivi nazionali. I documenti, con il contrassegno di riservatezza, sembra che siano stati “inavvertitamente inscatolati e trasportati nella casa personale dell’ex vicepresidente alla fine dell’ultima amministrazione”, ha detto l’avvocato.

Il giallo delle carte segrete di Biden: perché le ha portate via? Che differenza c’è con Trump? E la portavoce conferma: “Nel 2024 si ricandiderà”

L’ex vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence “non era a conoscenza dell’esistenza di documenti sensibili o riservati nella sua residenza personale” e “comprende l’importanza di proteggere le informazioni sensibili e riservate ed è pronto e disposto a collaborare pienamente con gli Archivi nazionali e con qualsiasi indagine appropriata”. Lo afferma il suo legale Greg Jacob in una lettera.

Le carte segrete in casa riaccendono i dubbi sulla corsa di Joe Biden

In agosto Pence aveva dichiarato ad Associated Press di non aver portato con sé alcuna informazione classificata quando ha lasciato l’incarico. Alla domanda diretta aveva risposto: “No, non che io sappia”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source