Dybala chiede spazio nella Juventus operaia

Pubblicità
Pubblicità

LONDRA – La Juve con Dybala è più bella, quella senza Dybala più impietosa: ora tocca ad Allegri trovare la sintesi in questa sorta di derby interno tra giochisti e risultatisti e fare in modo che il talento puro non diventi un paradossale ostacolo all’efficienza bruta. Il corso degli eventi racconta infatti che le più efficaci partite stagionali sono state giocate in assenza dell’argentino (derby, Chelsea, Roma, Lazio), che però ha sfavillato nei rari momenti di gioco spettacolare che la squadra ha offerto (i primi tempi contro Udinese, Sampdoria e Milan, il finale contro l’Inter o l’intera gara di ritorno contro lo Zenit in Champions), accendendoli con le sue giocate, le quali tuttavia solamente contro i…

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source