È morto l’attore francese Gaspard Ulliel, fatale un incidente di sci

Pubblicità
Pubblicità

È morto Gaspard Ulliel, attore francese di successo. Aveva solo 37 anni, è deceduto in seguito ad un incidente di sci. Il giovane si è scontrato con un altro sciatore nel primo pomeriggio di ieri all’incrocio tra due piste a La Rosiere, nella zona orientale della Francia.

A Cannes nel 2006 (afp)

Scoperto a 19 anni per l’interpretazione in Anime erranti di André Techiné al fianco di Emmanuelle Beart (ma prima c’era stata l’esperienza televisiva di Une femme en blanc), nel 2005 Ulliel ha conquistato il prestigioso Cesar per il ruolo di un soldato nella Prima Guerra Mondiale in Una lunga domenica di passioni di Jean-Pierre Jeunet. Nel 2014 ha incarnato il celebre stilista Yves Saint-Laurent nella biografia realizzata da Bertrand Bonello. “C’è una parte di me in Yves – aveva detto al festival di Cannes presentando il film – e al tempo stesso sono riuscito a diventarlo durante le riprese, dopo aver preso ispirazione da tutta la sua vita e i suoi lavori”. Tre anni più tardi, ha vinto di nuovo il Cesar per la sua interpretazione in È solo la fine del mondo scritto e diretto da Xavier Dolan. Il film, anch’esso presentato a Cannes dove aveva vinto il Grand Prix de la Jury, è un’indagine sui rapporti familiari attraverso lo sguardo di uno scrittore interpretato da Gaspard Ulliel che torna a casa dopo dodici anni per annunciare di essere in fin di vita alla madre, interpretata da Nathalie Baye, il fratello maggiore, Vincent Cassel, la cognata Marion Cotillard e la sorella minore, Léa Seydoux.

Non solo cinema francese però per il talentuoso attore, noto anche per la sua bellezza e protagonista di tantissimi spot commerciali, nel 2007 ha accettato di affrontare il difficile personaggio reso celebre da Anthony Hopkins di criminologo cannibale nel film Hannibal Lecter – Le origini del male, tratto dall’omonimo romanzo di Thomas Harris. Tra le sue ultime interpretazioni poi la serie Marvel Moon Knight con Oscar Isaac e Ethan Hawke.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source