È morto Sonny Chiba, recitò in ‘Kill Bill’

Pubblicità
Pubblicità

Shinichi “Sonny” Chiba, l’attore giapponese esperto di arti marziali che recita anche nel film di Quentin Tarantino Kill Bill e in The Fast and the Furious: Tokyo Drift diretto da Justin Li, è morto di Covid-19 a 82 anni. Secondo quanto riferito, non si era mai vaccinato. Attivo tra gli anni Sessanta e gli anni Duemila, Chiba ha lavorato per la maggior parte della sua carriera per la tv e il grande schermo giapponesi, ma è stato richiesto in qualche occasione anche negli Stati Uniti, soprattutto per la sua conoscenza delle arti marziali.

Nato con il nome di Sadaho Maeda a Fukuoka, in Giappone, il 22 gennaio del 1939, Chiba apprese le arti marziali all’università e dopo aver studiato con il maestro Masutatsu “Mas” Oyama conquistò la cintura nera nel 1965. L’inizio della sua carriera cinematografica è avvenuto nel 1960, quando utilizzò il nome di Shinichi Chiba per recitare in una serie di thriller del regista giapponese Kinji Fukasaku, del quale diventò poi stretto collaboratore e consulente per la coreografia delle scene di lotta con le arti marziali.

CINEMA

Tarantino: “Nei prossimi tre anni mi dedicherò a ‘Kill Bill: Vol. 3′”

Sonny Chiba ha raggiunto la notorietà alla fine degli anni Settanta per il suo ruolo nella trilogia giapponese che vede protagonista il personaggio di Oyama, Champion of Death, Karate Bearfighter e Karate for Life.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source