Eccesso di mortalita nellultimo mese lItalia fa segnare le cifre piu alte in Europa. Ispi I contagiati sono piu del triplo

Eccesso di mortalità, nell’ultimo mese l’Italia fa segnare le cifre più alte in Europa. Ispi: “I contagiati sono più del triplo”

La Republica News
Pubblicità

Aridamente lo chiamano “eccesso di mortalità”. E’ il numero di persone decedute che supera di molto quella che è la normale media annuale di chi muore di vecchiaia o per le normali patologie. Il Covid ha già sfasato le statistiche del 2020, l’Italia ha già pagato un prezzo altissimo di vittime ma la seconda ondata l’ha fatta di nuovo balzare in testa a questa speciale classifica.Citando le statistiche di Euromomo, il ricercatore dell’Ispi Matteo Villa ( che da mesi analizza i numeri della pandemia) nota come nell’ultimo mese, a fronte di un eccesso di mortalità elevato quasi ovunque in Europa occidentale, “l’Italia è diventato il paese peggiore tra quelli monitorati”. La mappa mostra Italia e Belgio in blu scuro, a livello ” molto alto” di eccesso di mortalità, il quinto su una scala di 6, più di Spagna, Francia, Regno Unito, Olanda.
In numeri assoluti, con 45.229 vittime, l’Italia ha già superato per numero di morti da Covid la Francia, la Spagna, il Belgio, la Germania e segue solo il Regno Unito con 51.934.E d’altra parte, il numero delle vittime è l’ultimo indicatore a calare. Dopo settimane in cui l’Italia ha goduto di una situazione decisamente migliore degli altri Paesi europei, adesso il confronto sul numero dei contagi è impietoso. In tutti gli altri Paesi europei dove il numero dei nuovi positivi era schizzato in alto ad ottobre, le misure restrittive, i lockdown più o meno light o generalizzati, hanno già mostrato il loro effetto.In numeri assoluti, da diversi giorni ormai l’Italia con i nuovi positivi che oscillano tra 35.000 e 40.000 al giorno, è il Paese peggio messo: Spagna e Inghilterra viaggiano ormai sui 20.000 al giorno, la Francia sui 30.000. Interessante anche l’indicatore dell’incidenza ( negli ultimi 14 giorni) del numero dei nuovi casi ogni 100.000 abitanti, rilevato dall’Ecdc: 847,5 in Francia, 777,3 in Italia, 581,4 in Spagna,501,8 nel Regno Unito e solo 308,7 in Germania.Numeri che naturalmente si basano sui tamponi positivi rilevati. Ma la stima, ora come durante la prima ondata, è che i contagiati in Italia siano molti di più di quelli ufficiali. Secondo l’Ispi, è plausibile che a fronte del milione di casi ufficiali, ad avere incontrato il virus in Italia siano almeno 3,7 milioni di persone, la metà dei quali contagiato nell’ultimo mese.



Go to Source