Ecco come Banksy ha rivendicato la paternità dei murales apparsi negli ultimi giorni

Pubblicità
Pubblicità

Con un video postato su Instagram, Banksy ha rivendicato la paternità delle molte opere tra graffiti e installazioni apparse nelle ultime settimane nell’est dell’Inghilterra dopo che le città di Great Yarmouth, Gorleston e Lowestoft avevano presentato una candidatura congiunta per diventare la Città della Cultura del Regno Unito nel 2025.
Nel video l’artista dall’identità misteriosa si muove in camper per fermarsi e riprendere parte del making of delle opere. Nei giorni scorsi già diversi esperti si erano pronunciati a favore dell’attribuzione dei murales e delle istallazioni in questione a Banksy. Alcuni caratteristiche delle opere facevano presagire che una rivedicazione sarebbe arrivata presto. Tra queste, il tratto dei murales in bianco e nero e la presenza di topi che sono soggetti molto cari allo street artist.
Banksy ha anche scelto un titolo per il video che sembra alludere al suo giro turistico in Anglia Orientale: ‘A Great Britain Spraycation’, dove l’ultima parola sembra l’unione tra vacation (vacanza) e la vernice spray utilizzata per i suoi graffiti.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source